Una settimana di festeggiamenti per la nuova biblioteca

E' passato un anno dall'apertura della Sala Monaco e dall'intitolazione dell'intera biblioteca a Gian Battista Roggia. "Nel 2014 effettuati 125.000 prestiti"

Sala Zappellini, la nuova biblioteca di Busto (inserita in galleria)

E’ passato esattamente un anno dal 23 giugno 2014, quando l’intera biblioteca comunale fu dedicata al fondatore e illustre concittadino Gian Battista Roggia e contemporaneamente fu anche inaugurata la Sala Monaco, 600mq di nuovi spazi luminosi dove è stato collocato, a libero accesso sugli scaffali, il patrimonio più recente di saggistica della biblioteca.

Galleria fotografica

Sala Monaco, la nuova biblioteca di Busto 4 di 18

Per festeggiare il compleanno dei nuovi spazi di Sala Monaco l’amministrazione ha pensato di organizzare una serie di eventi, quali iniziative collaterali della Giornata del Ringraziamento. Si parte con il 23 giugno, anniversario dell’inaugurazione, alle 20.30 con l ‘intitolazione (in collaborazione e su proposta de La Famiglia Bustocca) del passaggio a fianco della biblioteca a Richino Castiglioni. Segue alle 21.00 la premiazione di Matilde Olgiati, la lettrice più assidua e longeva, per terminare in bellezza l’iniziativa con la presentazione a cura di Paola Surano dell’ultima opera di Luigi Giavini, Gesti d’Amùi edito da Nomos.

Il 30 giugno, sempre alle ore 21 in sala Monaco, ci sarà l’incontro con lo scrittore veneziano Alessandro Marzo Magno con il libro edito da Garzanti “Il genio del gusto “. Un’opera in puro stile Expo dal sottotitolo esaustivo “Come il mangiare italiano ha conquistato il mondo” A presentarlo sarà Chiara Massazza, Regiù della Famiglia Bustocca. Il 2 luglio, infine, giovedì alle 21, sarà la volta di Gianluigi Marcora, con la sua opera” Bustocchi si nasce e io lo nacqui” edito da Gmc e presentato da Gigi Farioli. Per ricordare il primo compleanno di questo nuovo e moderno servizio bibliotecario sono state prodotte della cartoline e segnalibri con dati e immagini degli spazi Sala Monaco che saranno donate agli utenti.

La Sala Monaco offre anche un’interessante sezione multimediale con dvd e cd musicali, una postazione di auto-prestito, wi-fi, 2 postazioni internet per pubblico e 4 postazioni per la consultazione del Catalogo Provinciale. I cittadini mostrano di gradire molto questi spazi, frequentati non solo da studenti, ma anche da appassionati cinefili e lettori di saggistica. I numeri sono incoraggianti: da luglio a dicembre dello scorso anno sono stati effettuati solo in Sala Monaco 7675 prestiti, di cui 2182 attraverso l’auto prestito. Anche la biblioteca nel suo insieme appare ben utilizzata. Complessivamente nel 2014 sono stati dati in prestito 125.234 documenti (libri e multimediali). Moltiplicando 15,00 euro (prezzo medio documento) per il numero dei prestiti risulta che la biblioteca ha movimentato nello scorso anno ben 18.000.000 di euro di cultura

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Sala Monaco, la nuova biblioteca di Busto 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore