La protesta dei tifosi: “Varese merita rispetto”

Tanti gli slogan intonati dal corteo che si è mosso sabato 4 luglio a Masnago, al canto di "meglio l'Eccellenza di questa dirigenza"

“Varese merita rispetto”. Questo il messaggio chiaro e breve dei tifosi del Varese, che si sono uniti questa mattina in un corteo – autorizzato dalla questura – di protesta contro la dirigenza biancorossa, che negli ultimi anni è stata più volte protagonista di cambi al vertice e dimissioni che hanno lasciato parecchi punti interrogativi.

Galleria fotografica

Corteo protesta tifosi 4 di 20

Chi di punti interrogativi non ne ha, sono i sostenitori biancorossi, che in circa 200 questa mattina si sono radunati sotto la curva nord dello stadio “Franco Ossola” per poi dirigersi sotto la sede di via Manin, intonando cori di protesta contro chi in questo momento è a capo della società e anche a chi lo è stato in passato. Anche chi di solito segue la Pallacanestro Varese si è unito al corteo, in segno di solidarietà con la situazione del Varese Calcio.

Rosati, Montemurro, Laurenza, D’Aniello, Cassarà e Alì Zeaiter sono stati più volte citati nei cori. Una però è stata la voce da sottolineare: “Meglio l’Eccellenza che questa dirigenza”. Questo messaggio è stato scandito più volte dal corteo. corteo protesta tifosi varese 1910

«Vogliamo solo chi vuole il bene della squadra – hanno detto i tifosi – perché Varese merita rispetto e quindi chiediamo a tutta la dirigenza, nessuno escluso, di andare via subito».

«La Curva – continuano – ci ha sempre messo la faccia e non si fa comprare da nessuno. Si può retrocedere, ma sudando la maglia e con onore. Noi abbiamo girato l’Italia con i nostri soldi, facendo sacrifici e questa è una nostra rivincita verso chi ci ha criticato. Questa squadra è la nostra vita, ma chi la comanda ora non lo capisce, per questo vogliamo dei varesini alla guida del Varese. Vogliamo gente sana e seria, che abbia nel cuore i nostri colori».

di
Pubblicato il 04 luglio 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Corteo protesta tifosi 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ABC

    Arrabbiarsi non porta da nessuna parte…. Servono i soldi, tanti, per non far affondare la baracca…. Di presidentucci pieni di proclami e lingue lunghe come la fedina penale, ma con i portafogli vuoti ce ne sono in giro sin troppi.
    Conviene fallire, ripartire da zero, augurandoci che dopo si faccia viva qualche persona seria…
    Ma la domanda è: a Varese chi è interessato davvero al Varese Calcio???

  2. Scritto da Gigios

    Legittimo protestare ma in soldoni è del tutto inutile. Nel caso remoto in cui questa dirigenza trovasse i soldi per l’iscrizione, i tifosi dovranno accontentarsi di questo Varese o potranno tranquillamente starsene a casa o tifare altre società. Nel calcio conta solamente chi ci mette i soldi, le altre sono chiacchiere. Con muta rassegnazione, prendiamoci quel che verrà.

  3. Scritto da Pio

    Cervelli (?) all’ammasso… Prima esploriamo ogni possibilità di giocare in :Lega Pro, dal 15 luglio valuteremo eventualmente altre opzioni. Perchè rinunciare in partenza a ogni chance? Perchè lo suggerisce qualche sedicente o presunto capopopolo?

Segnala Errore