La Unendo Yamamay mette al centro Federica Stufi

Terzo acquisto per le biancorosse che scelgono la 28enne toscana, in passato già a Villa Cortese

federica stufi pallavolo

Dopo aver completato la diagonale palleggiatore-opposto, un altro colpo di mercato porta nella rosa della Unendo Yamamay 2016/2017, la centrale Federica Stufi, classe 1988, che nello scorso campionato ha militato nelle fila della Savino Del Bene Scandicci ma che ha già giocato in zona difendendo i colori di Villa Cortese.

Negli ultimi anni, Stufi si è messa in evidenza sia in attacco che a muro, andando in crescendo e associando il suo nome a una garanzia di costanza e rendimento. Nello scorso campionato Stufi è risultata per le statistiche la migliore centrale del torneo, con un indice di rendimento di 7.14, davanti a Martina Guiggi e Yvon Belien, mettendo a segno 237 punti (di cui 7 aces e 67 muri).

Stufi è anche nota per la caratteristica bandana che indossa sul taraflex e ha iniziato la sua carriera da professionista nelle fila del Club Italia, nel 2004 a 16 anni. Dopo essere cresciuta in diverse formazioni di serie A1 e A2, tra cui Cremona, Chieri, Piacenza e Santa Croce, nel 2011-12 veste la maglia di Villa Cortese, arrivando a giocare la finale scudetto (poi persa) proprio contro le biancorosse (a quel tempo aveva i capelli blu…). Nelle ultime stagioni ha giocato a Bologna e Bergamo prima di approdare a Scandicci e adesso si appresta a iniziare una nuova avventura al Palayamamay, sotto la guida di coach Mencarelli.

A livello internazionale Stufi vanta nel palmares, anche due medaglie d’oro (agli europei juniores nel 2006 e alle Universiadi di Belgrado nel 2009) e un bronzo con la nazionale seniores al World Grand Prix nel 2007.

«Sono emozionata al solo pensiero di far parte di questa società: ritrovare poi Marco Mencarelli, che ho avuto in juniores e al Club Italia, è la ciliegina sulla torta. Conosco già un po’ la città e il fantastico calore del pubblico. Ritrovare tante mie ex compagne (con Vale Diouf ho giocato a Bergamo e con Noemi Signorile in nazionale) sarà bellissimo e mi piacerebbe riportare al Palayamamay quello che ho perso da avversaria!».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore