Una tradatese per la Unendo Yamamay: arriva Serena Moneta

Classe 1990, cresciuta nel vivaio di Orago, la nuova arrivata si dice emozionata: «Seguivo le partite da piccola, non vedo l'ora di giocare»

serena moneta

La Unendo Yamamay Busto Arsizio annuncia l’ingaggio in biancorosso della schiacciatrice Serena Moneta, classe 1990, nata a Tradate e cresciuta nel vivaio della Amatori Atletica Orago.

Per la giovane schiacciatrice si tratta di un ritorno nella massima serie, dove ha vestito la maglia di Ornavasso nella stagione 2013/14, dopo aver contribuito alla promozione della stessa società piemontese dalla A2.

Nella scorsa stagione la Moneta ha vestito la maglia della Lardini Filottrano in serie A2, dimostrando grande solidità tanto in attacco, quanto in seconda linea, due qualità che sicuramente metterà in mostra anche al Palayamamay.

Ecco le prime parole in biancorosso di Serena Moneta: «Giocare al Palayamamay è per me un sogno che si realizza. I miei genitori mi portavano a vedere le partite quando avevo 9 anni, ora non oso nemmeno immaginare come sarà bello vivere dal campo l’emozione di avere attorno tutto quel pubblico che tifa per me e la mia squadra. Torno in A1, ma giocare nella prima o seconda serie per me conta poco: quel che è importante è avere la possibilità di dimostrare il mio valore. Così è stato a Ornavasso, così è stato negli ultimi due anni in A2. In particolare l’ultima stagione a Filottrano con coach Pistola è stata ottima: ho recuperato molto velocemente dall’infortunio dell’anno precedente e sono tornata ai miei livelli prima del previsto, arrivando a disputare i play-off che erano un traguardo inatteso. So che a Busto Arsizio troverò Marco Mencarelli e quindi il mio obiettivo sarà, oltre a dare il massimo per la squadra, apprendere ancora tanto tecnicamente sia dal coach che dalle tante campionesse che mi troverò a fianco tutti i giorni in palestra. Quest’estate giocherò il campionato di beach volley di Lega con Caserta: sarà un modo per tenermi in forma e arrivare prontissima al raduno con la nuova UYBA».

di
Pubblicato il 30 giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore