Resta in carcere il giovane accusato di terrorismo

Il Gip ritiene alto il pericolo di fuga e concreti gli indizi di colpevolezza a carico del siriano che viveva a San Fermo

141Tour Miogni: i luoghi

Rimane in carcere il siriano arrestato a Varese, accusato di terrorismo.

Lo ha deciso il gip Anna Giorgetti, che ha giudicato fondati i gravi indizi di colpevolezza e molto alto il rischio di fuga dell’uomo.

Mahmoud Jrad ha 23 anni,vive a San Fermo, con una numerosa famiglia. È accusato di terrorismo internazionale, sospettato di aver voluto intraprender un viaggio fino ad Aleppo (dove è in corso una nuova battaglia) per unirsi al Fronte Al Nusra, organizzazione militare affiliata ad Al Qaeda, ostile a Isis ma considerata terrorista.

Jrad era stato interrogato per oltre un’ora venerdì mattina, nel carcere dei Miogni di Varese dove è detenuto. Il giovane si è difeso dicendo di voler andare in Siria per incontrare la moglie, versione sostenuta anche dalla famiglia (che però secondo le intercettazioni temeva un suo coinvolgimento nella guerra siriana).

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Agosto 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.