A Casorate si fa la merenda sana e biologica

Pomodori auto prodotti nell'orto, il basilico e del buon pane. Sono gli ingredienti della merenda bio che gli alunni della scuola secondaria di Casorate Sempione hanno potuto gustare nell’intervallo di venerdì 23 settembre

Orto biologico a Casorate Sempione

Pomodori auto prodotti nell’orto, il basilico e del buon pane. Sono gli ingredienti della merenda bio che i 150 alunni della scuola secondaria di Casorate Sempione hanno potuto gustare nell’intervallo di venerdì 23 settembre. Tutti gli alunni hanno potuto mangiare anche delle ottime bruschette salutari (il pane è stato donato alla scuola dal Panificio Parolo di Casorate Sempione).

Galleria fotografica

Orto biologico a Casorate Sempione 4 di 18

È un’iniziativa del progetto “Orti & giardini”, che grazie alla professoressa Lorena Fedeli, sostenitrice dell’importanza educativa di questo progetto, è arrivata nel plesso scolastico casoratese. Gli alunni, supportati dall’esperienza di alcuni nonni, hanno potuto realizzare un magnifico orto in un’area adiacente alla scuola, dove a turno tutti i ragazzi si prendono cura di piante aromatiche, verdura e piante da frutto.

Il progetto è nato durante l’anno scolastico 2014/15 con l’intento di creare una vera e propria “aula all’aperto”: l’orto si presta bene infatti a la trasmissioni di nozioni in materia di scienze, ma non solo, anche di cittadinanza e di educazione alimentare.

«Tra gli obiettivi – spiega la professoressa Fedeli ci sono molteplici aspetti: riqualificare, attraverso l’installazione degli orti didattici, i cortili e i giardini delle scuole al fine di valorizzarli e renderli fruibili in maniera qualificata da parte degli alunni; garantire il diritto dei nostri giovani a un’alimentazione sana e sicura e promuovere l’educazione alimentare per l’infanzia, intesa come conoscenza del percorso del cibo dalla terra alla tavola; coinvolgere in maniera partecipata il territorio circostante le scuole (famiglie, nonni, associazioni,…) nella progettazione e nella successiva gestione degli orti (manutenzione, educazione alimentare, consumi alimentari,…); sviluppare nei bambini/ragazzi abilità manuali e conoscenze scientifiche ed insegnare loro a “prendersi cura” di un bene comune in collaborazione con gli altri, nell’ottica di far maturare in loro il senso civico; favorire l’integrazione multiculturale tra alunni e anche le famiglie attraverso la conoscenza e la condivisione di diverse tradizioni alimentari».

Un progetto dunque con obiettivi trasversali a più discipline che vede coinvolti l’istituto (diretto dalla dottoressa Maria Elena Tarantino) e il Comitato genitori di Casorate Sempione. Con i prodotti dell’orto sono spesso organizzate merende bio (l’anno scorso a base di zucca, quest’anno è invece il pomodoro la verdura scelta).

Quindi pane e pomodoro biologico per tutti, condito da gustose salsine preparate e regalate ai nonni con basilico, prezzemolo e cetrioli. Una bella e sana iniziativa.

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Orto biologico a Casorate Sempione 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore