Bimbo colpito da meningite: profilassi per i compagni d’asilo

L'ATS Insubria è intervenuta per somministrare la profilassi ai 120 compagni. È accaduto alla Pontida

meningite ricerca seconda

Un bimbo di 4 anni è ricoverato in una clinica di Milano per meningite. Il bimbo è stato ricoverato all’ospedale De Marchi di Milano dove i sanitari sono intervenuti tempestivamente. Le condizioni sono in via di miglioramento.

La segnalazione del caso di meningite batterica era arrivata all’ospedale di Busto Arsizio ieri sera. Dopo aver condotto le indagini del caso, la sede distrettuale di Busto Arsizio della ASST Valle Olona in sinergia con il Dipartimento di Prevenzione Medico dell’ATS dell’Insubria, ha attivato tempestivamente le azioni previste per individuare tutti i contatti vicini al bambino per sottoporli in tempi rapidi alle misure di profilassi antibiotica previste. In queste ore è in corso la somministrazione di un antibiotico a scopo preventivo ai conviventi, alla cerchia dei familiari/amici, a tutti i bambini e operatori scolastici della scuola dell’infanzia “Pontida”.

Alla scuola è stato consigliato di areare gli ambienti ove ha soggiornato il bimbo ed effettuare una corretta igienizzazione ambientale.

La campagna vaccinale di Regione Lombardia riservata ai bambini riconosce gratuitamente i vaccini contro la meningite A,C,W135 e Y ma solo dal prossimo anno sarà possibile estenderlo per i nuovi nati anche al gruppo batterico di tipo B, lo stesso che ha colpito il bimbo di Busto.

I Pediatri di Famiglia del territorio sono stati allertati per l’attuazione di una sorveglianza sanitaria mirata sui bambini dell’intera collettività nei prossimi 10 giorni. Si invitano i genitori a monitorare attentamente lo stato di salute dei propri figli rivolgendosi al medico di fiducia in presenza di sintomi sospetti.

Si rassicura che non si è in presenza nel nostro territorio di una situazione epidemica e che il ceppo di meningococco isolato, in questo caso, esclude una correlazione con i recenti casi di sepsi meningococcica verificatisi nel territorio lombardo. Non è di conseguenza prevista in questo caso l’offerta della vaccinazione ai contatti del bambino.

 La meningite è una malattia che può essere causata da diversi tipi di meningococco, germe che si trasmette direttamente da persona a persona tramite un contatto stretto, attraverso le goccioline emesse, con la respirazione dal naso e dalla bocca, dal soggetto infetto. La profilassi antibiotica, da iniziarsi il più precocemente possibile è raccomandata per i soggetti che hanno avuto un contatto stretto con il caso durante i 10 giorni prima della comparsa della malattia. La profilassi non è raccomandata per i contatti occasionali o indiretti per interposta persona.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Nel 2016 chi non vaccina i propri figli sulla base di panzane ideologiche e mode del momento non solo è un folle ma a suo figlio andrebbe impedita la frequentazione degli spazi scolastici.
    Ormai siamo alla follia. Qualsiasi persona può decidere in libertà su tematiche così vitali sulla base di pretesti senza nessun fondamento scientifico.

Segnala Errore