Emergenza influenzale: intasati i pronto soccorso

L'assessore al Welfare Gallera è intervenuto sui disagi che si registrano in questi giorni nei diversi ospedali. Richiamati al lavoro medici e infermieri

pronto soccorso

Giorni di grandissimo impegno per il pronto soccorso di Varese. Anche ieri si è superato la quota dei 200 accessi (in leggero calo rispetto ai 233 di martedì) con molti utenti in condizioni critiche tali da prevedere il ricovero. La barellaia si è presto esaurita con un aumento dei pazienti in attesa di un posto in corsia. Oggi, giovedì 29 dicembre, la situazione è migliorata anche se rimane alto l’impegno per il personale sanitario.

Ma il problema non è solo varesino: l’emergenza si sta registrando nei pronto soccorso di gran parte degli ospedali lombardi. Tant’è che l’assessore regionale Giulio Gallera è intervenuto : «Abbiamo attivato le procedure di emergenza, richiamando il personale in ferie e aumentando le ore di presenza con gli straordinari. C’è stato un picco di influenza che ha portato tutti i Pronti soccorso della Lombardia a un grande sovraffollamento, ma la situazione sta tornando alla normalità».

L’assessore ha poi ribadito l’invito ai soggetti considerati più a rischio, a sottoposti alla vaccinazione: « Il vero picco è previsto per fine gennaio, quindi si è ancora in tempo. Noi comunque siamo in allerta, vigili e pronti ad intervenire secondo le procedure che abbiamo attivato e con professionalità di alto livello in campo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore