Giornata campale per il pronto soccorso: la barellaia si allarga

Una novantina i pazienti ricoverati in attesa di un posto in reparto. Aperti sei letti in piu in corsia

pronto soccorso

Ancora una giornata campale per il personale del pronto soccorso di Varese. L’influenza è sempre la principale causa di un elevato numero di accessi che spesso si concludono con il ricovero in reparto.

Il numero di letti disponibili dell’ospedale di Circolo, però,  non regge al volume delle richieste: questa mattina si è toccato l’apice con una novantina di barelle, come riporta un rappresentante del sindacato Fials, dislocate ovunque.  Il personale ha fatto fronte con grande professionalità e impegno alla mini emergenza dando risposte alla domanda di assistenza.Nei reparti, che soffrono qualche mancata apertura di letti dall’estate scorsa a causa di carenza di personale infermieristico, sono stati riattivati sei posti. Il concorso per infermieri, iniziato nel settembre scorso, é alle battute finali ma le graduatorie da cui attingere, per rinforzare le fila del comparto sanitario, saranno disponibili solo a gennaio.
Intanto il PS è in grande sofferenza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mike

    Tante, troppe persone si recano in PS per stupidaggini tipo la banale influenza. A parte alcuni casi particolari di persone con patologie preesistenti ed anziani, a tutti gli altri in codice verde si dovrebbe fare pagare un ticket di almeno 50 euro….vedrete che come per incanto il PS si svuoterebbe! Scommettiamo?

  2. Scritto da Gelo

    Chissà che succederebbe se andassero a Varese anche solo metà dei 27.000 che potrebbero essere costretti a non andare più a Cittiglio?
    Sarebbe una barzelletta o una tragedia?

  3. Scritto da mike

    @Gelo, sarebbe senza dubbio una tragedia! Ed anche per questo voglio sperare che il presidio di Cittiglio continui ad operare e che, anzi, venga anche potenziato!

Segnala Errore