Gay contro sindaco, Antonelli smorza la polemica

Il sindaco torna sul caso che sta facendo discutere i media in questi giorni, dopo le polemiche per il patrocinio alla serata di Povia: "Sono pronto a celebrare matrimoni ma non voglio pagliacciate in città"

Povia in concerto a Somma Lombardo (inserita in galleria)

La serata sulla cosiddette “teoria gender” organizzata dalla Parrocchia di Borsano nei giorni scorsi con il cantante Povia e con l’avvocato Gianfranco Amato ha creato una coda polemica che non accenna ad esaurirsi.

Nei giorni scorsi l’Arcigay era intervenuta con una nota in cui stigmatizzava la scelta del Comune di Busto Arsizio di patrocinare l’evento con i due personaggi sul palco del teatro parrocchiale, incentrato sull’idea chevi sia una sorta di spectre internazionale antireligiosa e contro la vita di cui il movimento Lgbt sarebbe parte e la legge Cirinnà sulle unioni civili uno dei risultati».

La risposta dell’associazione che sostiene il mondo Lgbt è stata una sorta di “minaccia” di organizzare eventi a sostegno della comunità gay a Busto, chiedendo il patrocinio del Comune. L’annuncio ha scatenato subito la presa di posizione di alcuni esponenti di Busto Grande come Matteo Sabba (che ha anche polemizzato con la stessa Monica Cirinnà sulla sua bacheca facebook prendendosi del “webete”), del consigliere Matteo Tosi e a reazione stizzita dello stesso sindaco Antonelli che – stuzzicato sul punto – ha risposto che mai si sarebbe svolto un Gay Pride con lui come sindaco a Busto Arsizio.

Oggi (lunedì) il primo cittadino ha smorzato un po’ i toni ribadendo che lui e l’assessore alla Cultura Paola Magugliani sono disponibili a sposare coppie omosessuali e a patrocinare eventi seri sul tema, anche da parte di associazioni lgbt, ma che «rimane fermo l’intento di non avallare manifestazioni che si trasformano puntualmente in pagliacciate sconce per le vie della città».

Una polemica che si trascinerà anche in consiglio comunale questa sera con l’intervento annunciato da parte della consigliera del Pd Valentina Verga.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 19 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore