Il parcheggio si paga con un’App

Gli agenti della polizia locale saranno dotati di un tablet e di un programma in grado di verificare il pagamento della sosta dei veicoli senza il biglietto

smartphone telefono

A partire da mercoledì 21 dicembre a Gallarate sarà possibile pagare i parcheggi tramite una apposita applicazione informatica. Dagli smartphone ma anche dai cellulari “tradizionali”, attraverso la app MyCicero (scaricabile negli store dei diversi sistemi operativi), si potrà versare il denaro necessario a saldare la sosta nei posteggi a raso regolati da parcometro.

La permanenza del veicolo sarà calcolata in minuti, fermo restando il minino di 50 centesimi per la zona centrale e di 40 per quella periferica. Il tutto senza alcuna commissione per l’utente.

Il funzionamento dell’app è semplice. Il primo passo è scaricarla, registrarsi (nome, cognome, email, numero di telefono). Una volta visualizzata la schermata di menu, è necessario accedere all’area denominata “sosta a strisce blu” e da qui scegliere tra le due opzioni: zona 1 con costo orario di 1,20 euro o zona 2 con costo orario di 80 centesimi.

A questo punto il sistema chiede il numero di targa del veicolo e in automatico viene impostato l’orario di arrivo. E’ l’utente a dovere indicare il periodo di permanenza, con la possibilità di aumentarlo (non oltre due ore) e anche di bloccarlo nel caso in cui la sosta dovesse essere più breve di quanto previsto. E’ ovviamente necessario caricare una somma di denaro, andando nel “profilo utente” o in fondo alla schermata dedicata alla compilazione del numero di targa.

Gli agenti della polizia locale saranno dotati di un tablet e di un programma in grado di verificare il pagamento della sosta dei veicoli senza il biglietto. Sui parcometri saranno affissi i relativi avvisi e riferimenti per il funzionamento dell’app.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore