“Su Alptransit serve un tavolo di confronto e aggiornamento”

Il deputato Pd Angelo Senaldi ha presentato una interrogazione al Ministero dei Trasporti. Tra le questioni: impatto ambientale, eventuali emergenze, riattivazione del servizio passeggeri

Nel cantiere della ferrovia Alptransit (inserita in galleria)

«Serve un tavolo di confronto e aggiornamento costante sul progetto Alptransit». Angelo Senaldi, deputato del Partito Democratico, porta la richiesta a Roma, con una interrogazione al Ministero dei Trasporti che tocca diversi aspetti relativi al potenziamento delle linee. Tra i quesiti posti al ministero, anche il destino della linea Laveno-Sesto Calende, da alcuni anni ormai priva di traffico passeggeri.

«Alla vigilia dell’incontro che i Comuni interessati avranno con Rfi, anche grazie alla Prefettura, auspico, fra l’altro, che si attivi un tavolo di confronto e aggiornamento al quale partecipino Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Lombardia, Provincia di Varese, Ferrovie, gestori dei centri intermodali e Sindaci dei Comuni attraversati o toccati dalla linea Luino-Gallarate e dalla linea Pino- Novara» (la trasversale del lago maggiore che passa da Ispra, Angera e Sesto Calende, ndr). «Credo che il coinvolgimento delle comunità locali, pur impegnativo, sia fondamentale per garantire un avanzamento più condiviso, sereno e spedito di progetti che per forza di cose devono fare i conti con le aspettative, i timori e i dubbi di quanti vivono nelle aree interessate».

Nell’interrogazione il parlamentare Pd chiede “se siano previsti piani organici e/o puntuali per incrementare la sicurezza e gestire le emergenze e il pronto intervento nei tratti sensibili e più in generale lungo le linee in oggetto” (anche con potenziamento di Vigili del Fuoco e Croce Rossa, se siano “previste opere di mitigazione a tutela dell’ambiente e della qualità della vita della popolazione residente nelle vicinanze delle tratte ferroviarie”. Viene inoltre chiesto appunto un “tavolo di confronto e di aggiornamento” tra tutti gli enti coinvolti, compresi i Comuni.

(nella foto: il cantiere Alptransit di adeguamento delle gallerie ottocentesche nei dintorni di Bellinzona, in Canton Ticino, nel 2014)

Va ricordato che ad oggi una delle linee interessate dal progetto Alptransit – la Luino-SestoCalende-Novara – è completamente priva di traffico passeggeri. Per questo Senaldi chiede al Ministero “se sia previsto il ripristino per la tratta Laveno-Sesto Calende del trasporto passeggeri”. Già a fine anni Novanta e nella prima metà degli anni Duemila il traffico passeggeri su questa tratta era limitatissimo, circoscritto a due-tre treni al giorno nelle due direzioni (e con soppressione del servizio nei festivi).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore