Finale a sorpresa, il Varese acciuffa e sorpassa il Bra

Prima vittoria esterna della stagione per i biancorossi che rincorrono per due volte e trovano il successo con Molinari nel recupero

Bra Varese calcio

Dal nostro inviato – Il calcio sa essere incredibile: lo abbiamo visto domenica scorsa in Varese-Caronnese, ma anche oggi sul campo di Bra dove i biancorossi strappano la prima vittoria esterna della stagione capovolgendo in extremis una gara che sembrava persa. Le reti di Palazzolo al 36′ della ripresa e soprattutto di Molinari all’inizio del recupero regalano un ribaltone inatteso – i giallorossi erano andati due volte in vantaggio – e tre punti che fanno risalire la classifica di qualche gradino.

Il successo salva, probabilmente, la panchina di Iacolino che professa certezze («mai sentito in bilico») ma che alla vigilia del match è sembrata davvero in discussione, e che comunque non è salda del tutto, pur in una settimana “da tre partite” (Pavia mercoledì, Olginatese domenica). Stiamo a vedere cosa accadrà, perché comunque la situazione appare magmatica.

Intanto però registriamo il risultato finale, arrivato dopo una partita andata “a ondate”. Il Varese ha giocato bene solo a tratti e forse ha vissuto il momento migliore quando ha dovuto raddrizzare il secondo svantaggio. Per una volta sono stati gli avversari ad arretrare, e alla lunga i biancorossi hanno trovato il 2-2 con Palazzolo che fino a quel momento non aveva brillato. Come non aveva brillato Molinari che si era visto in positivo solo sulla punizione che ha portato alla rete di Fratus per l’1-1 e che invece ha trovato la galoppata giusta al momento giusto, capitalizzando al meglio la spinta e l’assist di Repossi, uno che ci ha sempre creduto. Il tutto dopo il vero colpo di fortuna: il doppio palo colpito da Dolce sul 2-2 che avrebbe potuto tramutarsi nella pietra tombale dei biancorossi.
Insomma, al di là di tutto non ci si è annoiati, al “Bravi”, pur maledicendo certi passaggi a vuoto di Ferri e compagni, certe sbavature, certi errori comuni con altre esibizioni recenti. La vittoria “lava” tutti i difetti? No di certo, non stiamo dicendo questo. Però aiuta a respirare, a guardare avanti con un po’ di serenità: ora non complichiamoci la vita con scelte micragnose o con inutili recriminazioni. A testa libera, si corre meglio.

CALCIO D’INIZIO

Tutto confermato per Iacolino, almeno rispetto alle indicazioni della vigilia. Con Bizzi Ko in porta va Frigione, Rudi prende posto accanto a Ferri mentre l’attacco prevede Rolando alle spalle di Molinari (con ampio cerotto sulla fronte) e Repossi adattato a seconda punta. Il Bra si schiera con la difesa a quattro e con un tridente spurio, dove Beltrame parte dalla sinistra per affiancare Montante e l’ex Gasbarroni.

IL PRIMO TEMPO

In meno di 8′ il parziale della prima frazione è scritto. Nemmeno il tempo di tracciare sul foglio i due moduli di gioco che il Bra va in vantaggio: Gasbarroni salta Palazzolo sulla trequarti e offre palla all’accorrente Salomon che arriva da destra e dall’area fa secco Frigione. Palla al centro e nel giro di qualche attimo il Varese pareggia: punizione dalla trequarti ben battuta da Molinari, che trova Fratus libero sul secondo palo. Il terzino ha tempo di stoppare e di appoggiare in rete da vicino.
La rete dà coraggio al Varese che per una decina di minuti ha in mano il pallino del gioco, affidandosi soprattutto a Rolando: è sua la migliore occasione da qui in avanti, un sinistro a giro che sibila vicino al sette della porta braidese.
Dopo il 20′ però, i giallorossi guadagnano metri e mettono in difficoltà un Varese che fatica a costruire, anche perché Palazzolo e Repossi non sono i soliti, Molinari non si vede e Rolando non può caricarsi da solo la squadra sulle spalle. Verso il finale di tempo il Bra sembra maturare il sorpasso ma Gasbarroni – bordata al volo, punizone alta – non trova la porta. E Frigione in uscita bassa guadagna un pizzico di sicurezza che fino a quel momento non aveva avuto.

LA RIPRESA

Dopo un blitz di Repossi, neutralizzato dal portiere, arriva il secondo vantaggio dei piemontesi, su azione d’angolo: stacco imperioso di Rossi alle spalle di un Ferri troppo fermo e palla in rete da pochi passi per il 2-1 dell’11’.
A questo punto il Varese ha il merito di riprendere a giocare e di non sedersi a rimuginare sui propri problemi. Il Bra arretra, fatica a uscire dalla metà campo ma tutto sommato si difende con ordine davanti a un Varese che ritrova voglia e palleggio ma anche le incursioni di Repossi che a un certo ipunto si sposta a destra con Rolando che va sulla fascia opposta. Arrivano i colpi di testa di Rudi e Molinari, un paio di tentativi di Battistello murati dalla difesa ma alla fine il fortino giallorosso cede. Merito di Palazzolo che ribadisce in rete una respinta del portiere su tiro di Rolando, arrivato da azione d’angolo.
2-2 scritto, a questo punto? No, perché il Bra vuole i tre punti e torna a premere, a guadagnare campo e a crederci. Tanto più che Zazzi concede una punizione dal limite per una strattonata netta. Gasbarroni è già in doccia, calcia Dolce sopra la barriera ma prima un palo e poi l’altro salvano la porta del Varese. Che a questo punto va a incassare il premio: Repossi esce di corsa a testa alta dalla metà campo difensiva, attende il momento giusto per pescare Molinari che ha seguito l’azione senza farlo finire in fuorigioco. E l’argentino non dimentica di essere un bomber di razza: Bonofiglio gli va incontro, lui lo trafigge per il più spettacolare dei ribaltoni.

BRA – VARESE 2-3 (1-1)

MARCATORI: Salamon (B) al 5′ pt, Fratus (V) all’ 8′ pt; Rossi (B) all’11’ st, Palazzolo (V) al 36′ st, Molinari (V) al 46′ st

BRA (4-3-3): Bonofiglio; Brancato; Rossi, Ghione Mainardi, Besuzzo; Salamon (Alagia dal 22′ st), Tuzza, Dolce; Gasbarroni (Barale dal 27′ st), Montante (Lazzaro dal 30′ st), Beltrame (Casassa Mont dal 34′ st). All. Daidola. A disp.: Carletto, Gili Borghet, Bettati, Caristo, Mulatero.
VARESE (4-3-1-2): Frigione; Fratus, Rudi, Ferri, Arca (Zazzi dal 30′ st); Palazzolo, Monacizzo, Battistello (Careccia dal 22′ st); Rolando; Molinari (Lercara dal 49′ st), Repossi. All. Iacolino. A disp.: Porro, Simonetto, Melesi, Granzotto, Bruzzone, Mauro.
ARBITRO: Silvera di Valdarno (Angelini e Basili).
NOTE. Giornata non fredda e nuvolosa, terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Arca, Ferri, Rossi, Monacizzo, Zazzi, Palazzolo, Ghione. Calci d’angolo: 8-4. Recupero: 3′ e 5′.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore