I Blue Storms sono pronti a ripartire: “Vogliamo la finale del Silver Bowl”

La squadra bustocca di football americano ai nastri di partenza del campionato di Seconda Divisione. Il presidente Parma: "Il movimento è in crescita. Sempre più giovani si avvicinano"

presentazione blue storms

I Blue Storms Busto Arsizio, squadra di football americano che milita nella seconda divisione, sono pronti a ricominciare la stagione. La società presieduta da Fabio Parma si è presentata questa mattina in sala giunta a Palazzo Gilardoni per presentare alcuni volti nuovi che daranno alla prima squadra quella marcia in più per arrivare al Silver Bowl dopo i quarti di finale raggiunti due anni fa e la semifinale dell’anno scorso.

Inseriti nel girone C insieme ai due team varesini Gorillas e Skorpions, esordiranno per la prima giornata il prossimo 4 marzo alle 15 sul campo di via Gobetti a Bienate proprio contro i Gorillas. Quest’anno sono arrivati a dare man forte alla squadra Mattia Binda, runningback di grande esperienza, proveniente dai campioni d’Italia Seamen Milano e Marco Gementi che sostituisce Andrea Fimiani, andato a rinforzare i Lions Bergamo in prima divisione.

Anche il team degli allenatori si è rafforzato ed è composto da 8 coach che curano ognuno una fase del gioco: il nuovo had coach è Riccardo Lo Presti che succede a Giovanni Ganci, Alessandro Barbero, Alessio Ravello, Roberto Abelli, Alessio Ravello, Matteo Capettini, Giovanni Fumarola, Alessandro Calabrese, Simone San Clemente, Giuseppe Pisoni e Marco Paganucci completano lo staff.

Gigi Farioli, assessore allo Sport, ha accolto la delegazione con grande entusiasmo e ha augurato ai Blue Storms di portare in alto il nome di Busto Arsizio: «Busto sa offrire un ventaglio di sport completo dai maggiori a quelli considerati minori e sempre ad alti livelli – ha detto l’assessore che poi ha fatto un accenno alla questione annosa del campo – il dialogo non si è mai interrotto per arrivare ad una soluzione che accontenti il movimento e ci sono sul tavolo diverse soluzioni come quella del campus di Beata Giuliana e altri spazi». La soluzione è ancora di là da venire ma nel frattempo le squadre crescono e, oltre a quella femminile delle Tempeste e alla Under 15, sono nate la Under 13 e la Under 17. Sono circa un centinaio i tesserati tra tutte le squadre, una cinquantina per la prima squadra.

«Stiamo superando il tabù che definisce il football americano come uno sport violento – spiegano i dirigenti – in molti si stanno avvicinando e ringraziamo l’Antoniana per la disponibilità delle proprie strutture per gli allenamenti anche se avremmo bisogno di un campo regolamentare per gli allenamenti della prima squadra».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.