Caparezza fa ballare e saltare i 4 mila del PalaYamamay

Palazzetto sold out per l'artista pugliese in tour con il suo nuovo albu "Prisoner 709". Scenografie spettacolari, costumi, balli e la solita grande performance di Caparezza

Caparezza a PalaYamamay

Lo spettacolo di Caparezza è andato in scena ieri sera, venerdì, in un PalaYamamay strapieno (oltre 4 mila persone). Un sold out che dimostra la fame di buona musica di un territorio spesso snobbato dai grandi nomi del panorama musicale italiano e internazionale a causa della sua eccessiva vicinanza con Milano ma che, in realtà, potrebbe avere un bacino autonomo di pubblico pronto a saltare e ballare.

Galleria fotografica

Caparezza a PalaYamamay 4 di 65

Così è stato ieri sera per Michele Salvemini, in arte Caparezza, artista poliedrico sospeso tra rap, rock e pop che con il suo ultimo album “Prisoner 709” ha vinto l’ennesima sfida al mercato musicale. Proprio dal nuovo album è partita la scaletta con Prosopagnosia, Prisoner 709, Confusianesimo, Una chiave, Ti fa stare bene, Migliora la tua memoria con un click, Larsen, L’uomo che premette, Autoipnotica e Prosopagno sia.

Non sono mancati i successi dei suo vecchi album come le immancabili Fuori dal Tunnel, Vieni a Ballare in Puglia, Vengo dalla Luna, Abiura di me ma anche più recenti come China Town, Non me lo posso permettere, Legalize the premier, Mica Van Gogh, Goodbye Malinconia e Avrai ragione tu.

Caparezza ha portato sul palco di Busto Arsizio uno spettacolo completo tra scenografie carnevalesche, teatro, circo (travestimenti colorati e folli) e danza (accanto alla band e al solito Diego Perrone c’era un vero e proprio corpo di ballo). Due ore intense di performance hanno incantato il pubblico facendo vincere la sfida lanciata dagli organizzatori: PalaYamamy promosso e, si spera, sempre più aperto a spettacoli musicali di livello come quello che ha portato il buon Capa.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Caparezza a PalaYamamay 4 di 65

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore