Battaglia a Pergine, Mastini battuti di misura

La rete di Franchini fa sperare i gialloneri, trafitti però nel terzo periodo (2-1). Domenica 14 al PalAlbani arriva il temibile Merano (19,30)

Hockey Varese

Tornano senza punti da Pergine i Mastini dell’hockey, battuti di misura dai trentini al temine di una battaglia in cui i gialloneri hanno anche accarezzato il successo prima di essere piegati di misura, per 2-1.

Un KO che lascia anche notizie relativamente positive in casa varesina, visto che la squadra di Cacciatore ha confermato le proprie qualità sul ghiaccio delle “Linci” pur con molte assenze: il tecnico italo-americano ha avuto a disposizione tre sole linee d’attacco (mischiate rispetto alle precedenti partite) e alla lunga il roster meno folto del solito ha accusato un po’ di stanchezza.

Il “problema” però è che il Varese esce per la terza volta dal ghiaccio senza punti (dopo le due vittorie in avvio di stagione) e ora inizia a sentire un po’ di pressione addosso: domenica sarà necessario sbloccarsi (PalAlbani, 19,30) contro il Merano per non restare subito nelle zone basse della classifica. I prossimi avversari dei Mastini hanno tre punti in più dei gialloneri e ieri hanno travolto 5-1 l’Alleghe: non sono quindi l’ostacolo più semplice in questo momento.

LA PARTITA

Due penalità-partita hanno caratterizzato il primo periodo di gioco a Pergine: la prima al trentino Piva autore di un colpo al volto di Andreoni, la seconda a Odoni per un’analoga azione irregolare su Meneghini. In entrambi i casi però le lunghe superiorità non hanno portato reti.

Lo 0-0 resiste a lungo anche nel periodo centrale, anche grazie a un ottimo Bertin (scelto questa volta al posto di Menguzzato) capace di respingere i molti tiri degli avversari. Bene anche la difesa di Cacciatore così come il portiere di casa Commisso, bravo a sventare più di un’occasione per i gialloneri. Sono però proprio i Mastini a passare in vantaggio al 35’10” con una gran rete di Franchini, abile a resistere a due cariche e a scavalcare il portiere con un tiro di polso.
Il Varese a quel punto ci crede, sfiora il raddoppio con Erik Mazzacane, salva il risultato con Bertin e chiude sullo 0-1 al 40′.
L’ultimo terzo però è fatale: dopo pochi minuti Vankus trova il pareggio a tu per tu con Bertin, quindi una deviazione velenosa su un tiro da fuori di Rigoni vale il raddoppio proprio mentre i Mastini stavano alzando l’intensità. Nel finale arrivano tentativi da ambo le parti ma il punteggio non cambia più.

PERGINE SAPIENS – MASTINI VARESE 2-1
(0:0, 0:1 2:0)

RETI: 35’10’’ Franchini (V); 43’17’’ Vankus (P – Cristellon, Bonassini), 49’31’’ Rigoni (P – Dall’Agnol, Meneghini).

 

VARESE: Bertin (Menguzzato), Perna, Cesarini, Papalillo, Franchini, Barban, Vanetti, Andreoni, Teruggia, E. Mazzacane, Grisi, Borghi, Belloni, Pirro, Di Vincenzo, Odoni. All. Cacciatore.
ARBITRI: Cassol e Soraperra (Plancher e De Toni)
NOTE. Penalità: P 35′, V 43′ (Pen. partita a Piva e Odoni). Spett.: 250.

CLASSIFICA (5a giornata): Caldaro, Pergine 10; Appiano, Bressanone, Merano, Alleghe 9; Ora, VARESE 6; Como 4; Fiemme 3.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore