Il lago di Varese e i suoi pescatori protagonisti a Voltorre

Il 27 Ottobre dalle ore 15, sette relatori analizzeranno le problematiche e i punti di forza del lago di Varese

posa fascine cazzago brabbia 2 marzo

Al chiostro di Voltorre si parla dei pescatori del lago di Varese in un convegno dal titolo “Il lago di Varese. Un paese ubertoso e bello. Punti di osservazione e prospettive di analisi”

Il progetto vuole valorizzare il territorio lacustre e la sua cultura, raccontando anche la vita dei pescatori lacustri.
«Il lavoro di analisi effettuato con Amerigo Giorgetti si sofferma sullo studio degli strumenti professionali utilizzati dai pescatori locali, nell’ottica di definire questa comunità non solo da un punto di vista professionale ma valorizzandone la cultura. Oltre a soffermarci sugli strumenti utilizzati, dalla bussola alle reti, abbiamo voluto ricostruire in maniera completa la vita dei pescatori, non limitandoci ad ascoltare i loro racconti ma affidandoci ad alcune fonti archivistiche conservate presso il Centro Cattaneo dell’Università degli Studi dell’Insubria» ci spiega la relatrice Tiziana Zanetti, che nello specifico tratterà la presentazione del progetto di studio Il lavoro del pescatore. Gli attrezzi del mestiere tra pratica, tradizione e storia «ho sempre avuto a cuore questo territorio poiché fa parte delle mie origini. Già con il progetto Lacus Loci, ci siamo voluti soffermare sulle storie di lago e non ho mai voluto abbandonare i racconti legati a questo luogo».

Il congresso è stato organizzato dall’associazione culturale Terra Insubre con il contributo di Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Associazione amici del chiostro, e la società cooperativa Pescatori del lago di Varese e con il patrocinio di Provincia di Varese, Comune di Gavirate, Centro Internazionale Insubrico Carlo Cattaneo e Giulio Preti. L’incontro si terrà il 27 Ottobre 2018 e avrà inizio alle ore 15. 

Al convegno interverranno anche Paola Brambilla sul ruolo scientifico e normativo della tradizione nella conservazione della biodiversità delle acque, Leonardo Salvemini con una lezione sul paesaggio e il benessere, Piero Lotti che si soffermerà sull’importanza di un archivio iconografico del lago di Varese e Mauro e Piergiorgio Zanetti che tratteranno del lago come “questione di famiglia”.

di
Pubblicato il 24 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore