Una serata con Valerio Onida per parlare di Costituzione

Anpi e Raggruppamento Alfredo Di Dio organizzano una serata con il presidente emerito della Corte Costituzionale per riflettere sulla Carta fondamentale del nostro ordinamento

Generico 2018

Quanto è ancora attuale la nostra Carta Costituzionale? Quali sono i valori da essa trasmessa e su quali aspetti tenere alta l’attenzione? È attorno a queste riflessioni che venerdì 26 ottobre, alle ore 21, presso la Sala Tramogge dei Molini Marzoli (via Molino, 2) si svolgerà il convegno: 70° Anniversario della Costituzione, un enorme patrimonio di valori e principi per il futuro dell’Italia” che vedrà la partecipazione di Valerio Onida, presidente emerito della Corte Costituzionale

Ad organizzarlo, Anpi, sezione Giovanni Castiglioni Busto Arsizio e Raggruppamento Divisioni Patrioti Alfredo Di Dio con il Patrocinio del Comune di Busto Arsizio. Un’unione tra i due gruppi perchè «oggi più che mai dobbiamo perseguire l’obiettivo comune di fare memoria per perpetuare i valori della resistenza» spiega il presidente Anpi, Liberto Losa. Secondo Losa infatti «in questo periodo stiamo sempre mettendo più in discussione alcuni punti cardine della nostra carta costituzionale» e in questo senso «noi vogliamo non soltanto celebrare la nostra Carta ma fare una riflessione seria e approfondita sui valori che lì sono scritti».

«È giunto il momento di rimettersi insieme -esorta Gianni Mainini, Presidente del Raggruppamento Divisioni Patrioti Alfredo Di Dio- perchè ormai non ci rendiamo conto del sacrificio dei nostri “nonni” che hanno dato la vita per la libertà e diamo tutto per scontato e oggi più che mai c’è un grande bisogno di parlare di costituzione».

A sostenere il convegno, anche il Senatore Gian Pietro Rossi, ex partigiano: «Stiamo ricordando un movimento che, da 70 anni, ci dà la pace e ha fatto la democrazia dell’Italia, oggi pericolante. Ricordo anche la bellezza dell’unità di intenti tra coloro che hanno voluto la liberazione d’Italia. Farò una domanda politica a Onida: mi pare che il popolo italiano si sia espresso in più occasioni sulla Costituzione e non voglia cambiarla. Penso che di questo i politici debbano prendere atto. Cosa ne penserà il presidente emerito? Dovremmo solo renderla ancora più intoccabile o modificarla solo nelle parti che non toccano la libertà».

Aderiscono all’iniziativa: Associazione Amici di Angioletto Castiglioni, RSU Ercole Comerio, CGIL Varese – CISL dei Laghi – UIL Varese, ACLI Busto Arsizio, AUSER Busto Arsizio, Quadrifoglio, Centro Progressista, Associazione culturale Eugenio Curiel.

di
Pubblicato il 23 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore