Accordo tra Confapi e Federmanager sul credito di imposta per la formazione 4.0

Oltre all'accordo, le parti hanno sottoscritto un protocollo di collaborazione per sostenere progetti e percorsi di sviluppo delle piccole e medie imprese con attività di supporto alla ricerca e selezione di manager

Confapi

Venerdì 5 ottobre, presso la sede dell’Associazione delle piccole e medie industrie, sono stati siglati un protocollo di collaborazione tra Confapi Varese e Federmanager Varese e l’accordo territoriale sul credito d’imposta per la formazione 4.0. (nella foto da sinistra: Eligio Trombetta, presidente di Federmanager Varese, e Marco Tenaglia, presidente di Confapi Varese)

L’obiettivo del protocollo di collaborazione è quello di sostenere progetti e percorsi di sviluppo delle piccole e medie imprese con attività di supporto alla ricerca e selezione di manager ricorrendo a iniziative presenti nel sistema Federmanager autorizzate a tale scopo.

Confapi Varese e Federmanager Varese hanno sottoscritto un accordo che mira ad un interesse comune: supportare lo sviluppo dell’innovazione e della competitività delle imprese, attraverso l’utilizzo di risorse manageriali qualificate con un alto profilo professionale.

Affinché ciò avvenga, le parti lavoreranno in sinergia e proporranno ai propri associati un concreto supporto per superare la costante congiuntura economica e affrontare al meglio le continue sfide imposte dalla globalizzazione e dalla trasformazione digitale in atto, favorendo una cultura sempre più manageriale nelle piccole e medie imprese.

Con la sottoscrizione dell’accordo territoriale sulla formazione 4.0, viene consentito alle Imprese di accedere all’incentivo previsto dal ministero dello Sviluppo Economico, in conformità alla Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205 del 27 dicembre 2017) e al Decreto Interministeriale 4 maggio 2018.

Le imprese aderenti ai fondi interprofessionali per la formazione continua (fondo dirigenti Pmi e fondazione IDI) che decideranno di intraprendere percorsi formativi sui temi dell’Industria 4.0, per dirigenti e quadri, potranno sottoporre alla Commissione Paritetica Territoriale il piano formativo e in seguito depositare all’I.T.L l’avvenuto accordo di condivisione.

Tale procedura garantirà il vantaggio di usufruire del bonus credito d’imposta pari al 40% delle spese relative al costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui è occupato in attività di formazione, finalizzate all’acquisizione di competenze in tecnologie rientranti nel progetto Nazionale Industria 4.0, fino ad un massimo di 300.000 euro per ciascuna Impresa. L’agevolazione è consentita fino al 31 dicembre 2018.

Le parti, convengono sull’esigenza di promuovere le attività formative finalizzate all’acquisizione o al consolidamento, da parte dei dirigenti e quadri, delle competenze tecniche e manageriali necessarie alla crescita ed una concreta realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese nel territorio varesino che abbiano adottato o adottino una o più delle tecnologie abilitanti previste dal piano nazionale Industria 4.0 sopra descritte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore