Busto Bpm in Liguria per sfidare a viso aperto la Pro Recco

Sfida dal profumo tricolore a Sori (sabato, ore 18). Baldineti all'attacco: "In tre turni ci hanno messo le tre avversarie più forti: vorrei sapere perché"

pallanuoto bpm busto sport management 2018 2019

Uno scherzo del calendario della A1 di pallanuoto ha messo in fila, una dopo l’altra, le sfide della Busto Bpm alle due squadre più quotate del campionato: dopo il ko interno contro Brescia, la Sport Management si trova infatti a dover affrontare in trasferta i pluricampioni d’Italia della Pro Recco.

Il match, in programma questa sera (sabato 10, ore 18) alla piscina Comunale di Sori, sarà l’ennesimo tentativo da parte dei Mastini di strappare i tre punti ai liguri, contro i quali non è mai arrivata una vittoria. Servirà quindi una vera e propria impresa per fermare la Pro Recco, ma i bustocchi arrivano all’appuntamento con lo “scalpo” di due formazioni come Olympiacos e Szolnok che hanno lo stesso rango nobile degli avversari odierni.

Curiosamente, la Pro Recco arriva all’appuntamento con un ruolino di marcia “macchiato” da una insolita sconfitta, contro il CC Napoli, risultato però maturato a tavolino per un problema legato all’impianto di gioco. La corazzata ligure – 13 scudetti consecutivi – ha in panchina il “santone” Ratko Rudic, allenatore dell’Italia che vinse l’oro a Barcellona ’92, e ha cambiato in parte volto dopo la sconfitta nella finale della Champions 2018 contro l’Olympiacos. I volti nuovi sono quelli del portiere Bijac, del difensore Velotto e degli attaccanti Renzuto Iodice e Bukic. Da Recco sono arrivati invece a Busto sia Lorenzo Bruni sia Jacopo Alesiani.

«Quella contro il Recco è una delle partite più difficili: loro mercoledì si sono “allenati” in campionato a Catania (22-3) mentre noi abbiamo avuto un match molto duro (perso 7-10 con Brescia ndr)e i tempi di recupero sono diversi – spiega un Marco Baldineti che non risparmia la stoccata – Vorrei sapere perché nel nostro calendario ci hanno messo in tre turni le partite contro seconda (Brescia), prima (Recco) e quarta classificata della scorsa stagione. È chiaro che con una situazione del genere rischi di compromettere un’intera stagione. Detto ciò sarà una partita molto difficile anche per queste motivazioni e perché noi siamo reduci dalla prima sconfitta dell’anno».

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore