Prima frenata interna del Varese: con l’Ardor finisce 1-1

Non basta un rigore di Camara ai biancorossi, rallentati dal terreno scivoloso e da un'avversaria attenta. Di Sala il gol del pareggio, tutto invariato nelle prime posizioni

calcio varese ardor lazzate

Primo pareggio in campionato per il Varese, che al “Franco Ossola” viene fermato sull’1-1 da un ostico Ardor Lazzate, che ha messo alle corde i biancorossi – privi di Scapolo, Scaramuzza e Lercara – e rischiato anche di portarsi a casa la posta piena. Dopo un primo tempo senza grandi emozioni, chiuso sullo 0-0, nella ripresa il rigore procurato e realizzato da Camara sembrava aver spianato la strada ai biancorossi. Di contro la voglia e la grinta degli ospiti, che non sono si sono dati per vinti e hanno trovato un pari – Sala il marcatore – che, al netto dello occasioni create, sta più stretto a loro che non al Varese. In classifica, considerato lo 0-0 tra Busto 81 e Castellanzese, le distanze restano invariate, ma per riuscire a vincere settimana prossima a Castellanza, ai biancorossi servirà una prestazione differente.

Galleria fotografica

Varese - Ardor Lazzate 4 di 29

FISCHIO D’INIZIO – Il Varese vuole infilare la quinta vittoria di fila per continuare a portare pressione alla capolista Castellanzese e al “Franco Ossola” l’avversario dei biancorossi è l’Ardor Lazzate, squadra di categoria ostica, ma ferita dalle tre sconfitte di fila nelle ultime tre gare giocate. Per mister Domenicali lo schema è ancora 4-2-3-1 ma cambia qualcosa rispetto alla vittoria di Legnano, anche per le indisponibilità degli infortunati Scapolo, Lercara e Scaramuzza. In porta c’è l’esordio di Porro, classe 2000, difesa confermata con Lonardi a destra, Bianchi a sinista e la coppia formata da M’Zoughi e Travaglini in mezzo. La mediana è composta da Gestra ed Etchegoyen, la punta è Vegnaduzzo con Camara, Silla e Piqueti sulla trequarti. Per l’Ardor di mister Marco Campi invece il 4-3-3 vede in avanti Iacovelli punta centrale affiancato da Martini e Bollini Frigerio.

calcio varese ardor lazzate
Camara spiazza Mauri dal dischetto – Foto M. Borserini

IL PRIMO TEMPO – Gara che sin dai primi minuti si palesa difficile per il Varese, un po’ perché l’Ardor si dimostra avversario temibile e un po’ perché i ragazzi di mister Domenicali non riescono a imporre il proprio ritmo alla gara. I mancini di Etchegoyen al 7’ e Iacovelli al 14’ terminano alti sulla traversa, mentre l’arbitro lascia correre al 17’ dopo il contatto in area tra Bianchi e Martegani, tra le proteste dei biancorossi. Silla non è in giornata, Piqueti e Camara faticano sul campo pesante e anche i cambi tattici di Domenicali non hanno l’effetto sperato. Si alza allora la pressione degli ospiti che, fiutando le difficoltà degli avversari, provano a premere verso la mezzora; i tanti calci d’angolo conquistati (4 all’intervallo), non portano però ad occasioni da gol. Il primo tempo si chiude con la prima vera palla gol del Varese: Camara da destra manda la palla verso il secondo palo dove Gestra e Vegnaduzzo si lanciano in tuffo senza però trovare la deviazione vincente. All’intervallo gara così ancora ferma sullo 0-0.

LA RIPRESA – Il Varese si ripresenta in campo con Marinali al posto di Silla e il modulo cambia da 4-2-3-1 a 4-3-2-1 con Camara e Piqueti alle spalle di Vegnaduzzo. L’Ardor però non si abbassa, costringe i biancorossi a lanci lunghi, e quando attacca è pericoloso, come all’8’ quando Bollini Frigerio è egoista a cercare il tiro – debole tra le braccia di Porro – al posto di servire i compagni. La gara si sblocca al 23’ quando Carrafiello stende Camara in area e lo stesso capitano del Varese porta in vantaggio i suoi dal dischetto. Gli ospiti però non si lasciano abbattere e, al contrario, si spingono in avanti con veemenza. Al 31’ il destro potente del neo entrato Villa colpisce la traversa, mentre Porro è decisivo al 32’ sul destro dalla distanza di Ferrari. Il pareggio – meritato – arriva al 34’ con Sala, che su azione d’angolo si ritrova il pallone giusto da calciare forte dal cuore dell’area: 1-1. Nei minuti che seguono il gol del pari, è l’Ardor a crederci maggiormente, pur senza creare occasioni da gol. Il finale invece è di marca biancorossa, ma l’assalto di Camara e compagni non è convinto e dopo 3’ di recupero la gara termina sull’1-1.

VARESE – ARDOR LAZZATE 1-1 (0-0)

MARCATORI: Camara (V) al 23′ st su rig., Sala (A) al 34′ st

VARESE (4-2-3-1): Porro; Lonardi, M’Zoughi, Travaglini, Bianchi; Gestra, Etchegoyen (Conti dal 16′ st); Camara, Silla (Marinali dal 1’st), Piqueti; Vegnaduzzo (Mondoni dal 38′ st). A disposizione: Scapolo, Mauro, Magoga, Scalamandrè, Improvola, Moceri. All.: Domenicali.
ARDOR LAZZATE (4-3-3): Mauri; Spano, Sala, D’Astoli, Carrafiello; Martegani (Consolazio dal 31′ st), Ferrari, Martino (Villa dal 28′ st); Martini, Iacovelli (Accetta dal 38′ st), Bollini Frigerio (Galli dal 44′ st). A disposizione: Quadranti, Cristiano, Gereviti, Guaita, Giglio. All.: Campi.
ARBITRO: Santinelli di Bergamo (Martone e Carosella).
NOTE: giornata di pioggia, terreno scivoloso ma in discrete condizioni; Calci d’angolo 3-8; Ammoniti: Ferrari, Martino, Bollini Frigerio, Sala, Lonardi. Recupero: 1’ + 3’. Spettatori: 500 circa.

CLASSIFICA (dopo giornate): CASTELLANZESE 26; VARESE, Accademia Pavese 20; Busto 81 19; Legnano 18; Fenegrò 17; VARESINA, VERBANO, SESTESE 16; Ardor Lazzate, Mariano 11; Castanese 10; Alcione Milano 9; UNION V. CASSANO 7; Ferrera Erbognone 2; Città di Vigevano 1.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 11 Novembre 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese - Ardor Lazzate 4 di 29

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore