L’allarme del Centro Geofisico Prealpino: “L’inverno sta scomparendo”

Molte le manifestazioni per il “Fridays For Future”. La giornata si è chiusa con l'evento in piazza Monte Grappa e l'allarme lanciato da Paolo Valisa

Manifestazione Friday for Future a Varese

Hanno cominciato dalla mattina, in molte scuole e in molte piazze di tutta Italia e in tutta Europa. Un venerdì di protesta per l’ambiente, contro il cambiamento climatico, per il futuro.

Galleria fotografica

Friday for future, la manifestazione di Milano 4 di 12

Sono i ragazzi delle scuole, auto organizzati o aiutati da alcuni professori. È il movimento che nasce da Greta Thunberg, 16enne svedese che ha svegliato un sentimento ambientalista trasversale e molto sentito.

Anche a Varese e in molte scuole del Varesotto sono state organizzate manifestazioni per il “Fridays For Future”: gli studenti della Scuola Europea hanno marciato dal Montello fino a piazza Repubblica, tanti altri sono andati a Milano al grande evento partito nella mattinata di venerdì 15 marzo, in moltissimi hanno partecipato alla manifestazione in piazza Monte Grappa alle 17.

La giornata seguita passo passo, dando spazio agli eventi in programma con foto, video e racconti.

LA MANIFESTAZIONE IN PIAZZA MONTE GRAPPA NEL POMERIGGIO CON GLI INTERVENTI DEGLI ESPERTI

Alla manifestazione pomeridiana hanno partecipato alcuni esperti, invitati dal comitato organizzatore per spiegare perchè alcuni allarmi sul cambiamenti climatico vadano presi sul serio e perchè è importante agire ora. Due gli interventi particolarmente interessanti per i contenuti, quello del direttore del Centro Geofisico Prealpino Paolo Valisa e quello del professor Gianluca Ruggieri dell’Università dell’Insubria.

Paolo Valisa ha spiegato come sia cambiato il clima negli ultimi decenni a Varese e sulle Alpi. L’aumento della temperatura media, dagli anni ’60 ad oggi, è stato in media di 2 gradi, un grado d’inverno e tre gradi d’estate. Valisa ha affermato che fino a 50 anni fa in estate a Varese non si superavano mai i 30 gradi mentre oggi è quasi una costante

Gianluca Ruggieri ha spiegato cosa comporta un aumento della temperatura media del pianeta di 2 gradi da qui al 2050 e l’importanza degli accordi di Parigi per contenere questo aumento entro il grado e mezzo.

A LUVINATE, CASCIAGO E COMERIO HANNO PARTECIPATO ALLA GIORNATA CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO COSI’

Un goal per il futuro: tutti insieme per il Pianeta

TANTISSIMI GIOVANI E GIOVANISSIMI IN PIAZZA PER FRIDAY FOR FUTURE – NEL VIDEO GLI STUDENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DI MOROSOLO

IN PIAZZA MONTE GRAPPA A VARESE STUDENTI E CITTADINI PER IL BENE DELL’AMBIENTE

LA MANIFESTAZIONE E’ FINITA. I COMMENTI  CALDO

«È proprio vero che l’unione fa la forza – afferma Francesca del liceo Manzoni e redattrice di “Giornalisti Fuoriclasse” – . Oggi per le strade di Milano eravamo tantissimi, tutti diversi ma uniti da una causa comune: salvare il nostro pianeta. Credo che la manifestazione di oggi abbia messo in moto qualcosa di grande, spronando tutti coloro che non sono interessati o che considerano con superficialità il problema ambientale. Da oggi si comincia ad agire per davvero, nessuno può più restare in silenzio».

« Il clima della manifestazione era  molto tranquillo, nonostante un episodio curioso(dalle finestre di un edificio sono state lanciate delle maglie e altri oggetti in stoffa) – racconta Irene anche lei redattrice della redazione “Giornalisti Fuoriclasse ” – Mi ha stupito molto il fatto che fossimo molti studenti, perché tutti parlano di noi, come una generazione disinteressata ai temi ambientali. Beh,  è stato dimostrato che non è puramente così. Spero che tutto questo serva a qualcosa e che, come ho letto in alcuni cartelli, io stia studiando per un futuro migliore».

«Sono felice del fatto ce ci sia resi conto finalmente dell’importanza di un tema così delicato quale è il riscaldamento globale – commenta Silvio della redazione Giornalisti Fuoriclasse – così cruciale per la nostra epoca. Sono entusiasta che così tante persone, di ogni età, ma soprattutto giovani, si siano mobilitati. Mi è piaciuto il discorso che è stato fatto in piazza Duomo: “Gli adulti dicono spesso che a noi giovani non interessa il nostro futuro, ma non possono ignorarci ora. devo capire che non  è affatto così”».

BAMBINI IN CORTEO ANCHE A LUINO

Gli alunni di Luino alla marcia per l'ambiente

In trecento per “salvare il pianeta”: l’hanno gridato a pieni polmoni i ragazzi delle scuole primarie e medie di Maria Ausiliatrice e delle medie statali di Luino che hanno aderito alla giornata mondiale per il rispetto del clima.

In riva al lago in piazzale Chirola gli studenti accompagnati dai professori e scortati dalla polizia locale hanno dato vita a un flash mob che ha incuriosito i passanti e gli automobilisti.

Gli alunni di Luino alla marcia per l'ambiente

ALLA MANIFESTAZIONE DI LAVENO MOMBELLO HANNO PARTECIPATO ALUNNI DELLE ELEMENTARI E DEI LICEI

Manifestazione per il clima Laveno Mombello

Un corteo di circa duecentocinquanta bambini e ragazzi quello che ha sfilato per il centro di Laveno, nella mattina di oggi. Gli studenti di alcune classi elementari, medie e superiori si sono uniti per aderire alla manifestazione globale per il clima. Alle 10 hanno iniziato la loro manifestazione dal Gaggetto, hanno proseguito per le vie del centro e sono arrivati in Piazza Caduti del Lavoro. Cartelli e striscioni hanno colorato il lungo corteo che ha animato la cittadina sul Lago Maggiore.

Duecentocinquanta studenti in piazza per il “venerdì verde”

TESTIMONIANZE DAL CORTEO DI MILANO DEGLI STUDENTI VARESINI

Fridays for future: il corteo

“Per la nostra vita, aria pulita!” Così scandiscono i ragazzi che si stanno muovendo in corteo a Milano. Moltissimi ragazzi ma anche bambini con i genitori e nonni che sostengono la protesta “Sono orgoglioso di questi nipoti”.

Fridays for future: il corteo

Gli studenti di Varese sono emozionati ed entusiasti: « Ci sono soprattutto ragazzi, giovani tra i 15 e i 25 anni – commenta Silvio del liceo Sereni di Laveno – ma anche adulti e bambini. È la mia prima manifestazione, C’è un botto di gente. Spero solo che non cada nel vuoto…»

« È bello vedere tanti ragazzi della mia età chiedere aria pulita, domandare il cambiamento – racconta Irene del liceo Sereni – È molto emozionante leggere le scritte dei cartelli ma vedere anche così’ tanti bambini. Ci sono asili che hanno aderito a questa manifestazione».

Fridays for future: il corteo

ALLA MANIFESTAZIONE DI VARESE PRESENTI ANCHE IL SINDACO DAVIDE GALIMBERTI E L’ASSESSORE DINO DE SIMONE

Gli studenti della Scuola Europea manifestano per l’ambiente

A VARESE I RAGAZZI DELLA SCUOLA EUROPEA PER FRIDAY FOR FUTURE

LA MANIFESTAZIONE DI MILANO SEGUITA DALLE RAGAZZE DI “GIORNALISTI FUORICLASSE

ILARIA, IL SINDACO DEI RAGAZZI DI COMERIO, LEGGE IL DISCORSO DI GRETA

Generico 2018

ANCHE A COMERIO SI MANIFESTA PER L’AMBIENTE

Generico 2018
Generico 2018
Generico 2018

LA MANIFESTAZIONE DI MILANO SEGUITA DAI NOSTRI “GIORNALISTI FUORICLASSE”

Friday for future, la manifestazione di Milano

“Non siamo qui per nostro futuro ma per il futuro di tutti”
“Noi siamo qua da soli, ma dimostriamo per tutti e la prossima volta riempiremo questa piazza!”

Parlano in inglese, tedesco e italiano: il popolo dell’Europa manifesta nel centro di Varese.

I RAGAZZI DELLA SCUOLA EUROPEA IN CENTRO A VARESE PER FRIDAY FOR FUTURE

LA PRESENTAZIONE DELL’EVENTO E GLI APPUNTAMENTI di “FRIDAY FOR FUTURE”

Venerdì in piazza, per salvare il futuro

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Friday for future, la manifestazione di Milano 4 di 12

Galleria fotografica

Gli studenti della Scuola Europea manifestano per l’ambiente 4 di 13

Galleria fotografica

Gli alunni di Luino alla marcia per l'ambiente 4 di 10

Galleria fotografica

Manifestazione Friday for Future a Varese 4 di 17

Galleria fotografica

Il "Friday for future" delle scuole dell'istituto compresivo di Comerio 4 di 28

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore