Guida al 28° Rally dei Laghi in sette punti

Le informazioni utili per assistere alla gara, conoscere le strade interessate e i nomi dei concorrenti principali. Poi - a casa o sulle prove - tutti collegati alla diretta liveblog di VareseNews per la cronaca minuto per minuto

Sabato 16 e domenica 17 marzo si disputa la 28a edizione del Rally dei Laghi, la manifestazione motoristica più attesa del Varesotto organizzata dalla Asd Laghi del patron Andrea Sabella. Come di consueto – ma ve lo segnaleremo nell’articolo – VareseNews segue la gara con un liveblog nel quale troverete informazioni, notizie e immagini della gara. Intanto vi lasciamo questa sorta di guida per arrivare preparati all’atteso evento rallystico.

COME SI SVOLGE

Il Rally dei Laghi partirà e arriverà in piazza Montegrappa. Attenzione però: nel cuore di Varese le vetture sfileranno sia alla cosiddetta partenza (si tratta di una sfilata sul palco con la presentazione degli equipaggi) di sabato alle 18,30, sia all’arrivo intorno alle ore 16 di domenica 17 marzo. Anche in questo caso gli equipaggi superstiti raggiungeranno il centro cittadino, con i vincitori (assoluti e di classe) che transiteranno sul palco delle premiazioni. Ovviamente in città le vetture non disputeranno alcuna gara: per vederle in azione bisognerà spostarsi sulle strade dell’Alto Varesotto dove – capitolo successivo – si disputeranno le prove speciali.

LE PROVE SPECIALI

La classifica finale di ogni rally si calcola in base ai tempi delle prove speciali (PS): chi impiega meno tempo a percorrerle, vince la gara. Al “Laghi 2019” sono sei le PS in programma: la Valganna-Alpe Tedesco di 13,70 Km (PS1 e PS 4), il Sette Termini di 9,75 Km (PS2 e PS 5) e il Cuvignone che si affronterà da Cittiglio al bivio di Sant’Antonio di 12,30 Km (PS3 e PS6). Tra una prova e l’altra gli equipaggi dovranno percorrere le vie aperte al traffico rispettando il codice della strada. Domenica la PS1 inizierà alle 8,15, la PS2 alle 8,54 e la PS3 alle 9,58. A seguire le vetture andranno a Caravate dove ci saranno il riordino e l’assistenza (la fase in cui i meccanici possono effettuare interventi sulle auto) che terminerà alle 12,13. Nel primo pomeriggio il secondo giro sulle speciali: PS4 dalle 13,17, PS5 dalle 13,56 e PS6 dalle 15.

giò dipalma rally laghi 2018
Giò Dipalma campione in carica

I FAVORITI

I principali aspiranti al trono sono i piloti che gareggiano con le vetture di categoria Wrc e R5, a quattro ruote motrici e particolarmente potenti. In ordine di numero di partenza ci sono Simone Miele (2), Giò Dipalma (3), Beppe Freguglia (4), Damiano De Tommaso (5), Simone Tempestini (6), Mauro Miele (7), Pippo Pensotti (8) e Luca Potente (9). A parte Tempestini, italo-rumeno, tutti gli altri sono piloti della provincia di Varese. Molti di loro hanno già vinto il “Laghi” in passato: Freguglia, che è di Besnate, ha conquistato ben 4 volte la gara di casa; un successo a testa per l’olgiatese S. Miele, per il campione uscente Dipalma e per Pensotti. In gara c’è anche Maran (numero 22) che vinse nel 2007.
SCARICATE QUI L’ELENCO COMPLETO DEGLI ISCRITTI

CLICCA QUI per visualizzare il live

E GLI ALTRI?

I rally sono strutturati in modo che, oltre alla classifica assoluta, vengano stilate anche le classifiche delle diverse categorie in cui sono suddivise le vetture. Per esempio ci saranno 11 macchine tra le S1600 (auto a due ruote motrici ma piuttosto performanti) che si disputeranno il “Trofeo Saredi” (in gara anche il figlio del rallysta luinese scomparso alcuni anni fa; altri piloti da tenere d’occhio sono Fusetti, B. Re, Maran, Calabrini, Bizzozzero). Ben frequentate anche le classi R3 (sfida Bosetti-Daldini, c’è l’atteso rientro di Ripoli), R2B e A7. E poi spazio alle piccole ma agguerrite classi N3 ed N2, quelle con il maggior numero di equipaggi al via (11 nel primo caso, 12 nel secondo). Vetture che rapiscono meno l’occhio degli appassionati ma che rappresentano spesso la prima possibilità di disputare un rally visti i costi più abbordabili. Dopo i concorrenti del “Laghi” transiteranno anche le vetture che partecipano alla rievocazione storica del vecchio rally “Aci Varese” e quelle impegnate nella gara di “regolarità a media”

Rally dei Laghi 2017 - Il passaggio sulla \"Alpe-Valganna\"
Un passaggio della PS Alpe-Valganna

DOVE SI POSSONO VEDERE LE VETTURE

Il consiglio principale è naturalmente quello di raggiungere una prova speciale e tifare da vicino i piloti e i navigatori in gara. Con la preghiera di rispettare le indicazioni dei commissari di percorso e le segnalazioni (cartelli, nastri, barriere) poste per garantire la sicurezza degli spettatori. Attenzione in questo caso alla chiusura delle strade interessate dalle prove (capitolo successivo). Chi invece non ha tempo o voglia di salire sui tornanti prealpini può osservare da vicino i bolidi in occasione della partenza e dell’arrivo a Varese, oppure raggiungere Caravate (l’area della Colacem: comode anche le stazioni di Gemonio e Cittiglio) dove è previsto il parco assistenza e dove, quindi, i meccanici saranno impegnati nel preparare al meglio le macchine. Sabato l’assistenza è aperta tra le 10 e le 20; domenica brevemente al mattino presto (6,56/7,11) e in modo più ampio a metà gara tra le 11,43 e le 12.13 (ingresso e uscita delle prima vettura, quindi l’orario è più ampio).
Al sabato pomeriggio, per chi volesse, nella zona del San Michele è previsto il cosiddetto shakedown, sorta di “prova” facoltativa che i piloti possono affrontare per mettere a punto al meglio le vetture. La partenza dello shakedown si raggiunge da Mesenzana, l’arrivo o da Arcumeggia o dal Cuvignone.

LE STRADE CHIUSE

Nessun problema per la viabilità ordinaria: le chiusure riguarderanno soltanto i tratti delle prove speciali e dello shakedown. Quindi a Varese ma anche sulle vie di collegamento non ci saranno stop, anche perché le automobili iscritte al rally devono sottostare alle norme del codice stradale. Le chiusure dunque saranno sabato sul San Michele (11,30 – 16,30) e domenica sull’Alpe Valganna (7 – 11,30 e 12,15 – 16,30), sul Sette Termini (7,30 – 12 e 12,55 – 17,30) e sul Cuvignone (8,45 – 12,30 e 14 – 18,30).

E NATURALMENTE C’È LA #DIRETTAVN

Tutto il rally, minuto per minuto, sarà raccontato come sempre da VareseNews con un liveblog già attivo da mercoledì. All’interno, prima della partenza, trovate notizie, curiosità, statistiche, cartine, immagini ma anche il sondaggio-pronostico sul vincitore della gara. Da domenica al mattino presto invece, spazio alla cronaca del “Laghi” con informazioni e immagini anche dalle prove speciali, tempi e classifiche. Per partecipare al racconto si può scrivere nello spazio commenti o usare gli hashtag #direttavn o #rallydeilaghi2019 su Twitter o Instagram. Il live è realizzato in collaborazione con il gruppo Clericiauto che nella nostra provincia ha sedi a Varese (Kia), Induno Olona (Volvo e Nissan) e Saronno (Kia, Jaguar e Land Rover).

CLICCA QUI per visualizzare il live

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2019
Leggi i commenti

Video

Guida al 28° Rally dei Laghi in sette punti 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore