Stie: “Lavoriamo perchè episodi come questo non accadano più”

La società che eroga il servizio di trasporto pubblico locale a Busto ringrazia il suo dipendente, le forze dell'ordine e l'amministrazione ma chiede misure per la sicurezza

sasso autobus stie

Con una nota la Stie, società che gestisce il trasporto pubblico a Busto Arsizio, ritorna sui fatti di ieri (martedì) quando due giovani che non volevano pagare il biglietto dell’autobus hanno pensato bene di sfondare il vetro del mezzo con un sasso, in risposta alla richiesta del controllore di pagare il biglietto.

La società ringrazia il proprio dipendente che ha saputo mantenere il controllo della situazione e il sangue freddo per evitare che la situazione degenerasse ulteriormente, le forze dell’ordine che sono intervenute in maniera tempestiva e che sono impegnate nell’individuazione dei responsabili e il sindaco di Busto Arsizio per aver pubblicamente stigmatizzato l’accaduto (tramite un post su facebook).

Stie, infine, chiede di poter analizzare congiuntamente all’amministrazione comunale, le iniziative da intraprendere per aumentare la sicurezza dei passeggeri e del personale della società per scongiurare il ripeteresi di questi episodi o di atti di emulazione

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore