Alessandro Folli alla guida del Sindacato nazionale enti di bonifica e irrigazione

Alla guida del consorzio Et Villoresi, il più importante di Lombardia, Folli è stato eletto anche come referente nazionale di tutti gli enti. "Settore sempre più decisivo soprattutto alla luce dei cambiamenti climatici", sottolinea Coldiretti

lombardia generiche

Sì è riunita a Roma l’8 aprile mattina l’assemblea annuale dei soci dello Snebi, il Sindacato Nazionale degli Enti di bonifica e di Irrigazione e di miglioramento fondiario, per eleggere i 25 membri del Consiglio per il prossimo quadriennio.

È stato anche eletto il nuovo Presidente che rimarrà in carica sino al 2022: Alessandro Folli – già alla guida dell’Unione regionale dei Consorzi di bonifica Urbim-Anbi Lombardia, oltre che del Consorzio Est Ticino Villoresi – subentra a Massimiliano Pederzoli, che lascia il vertice di Snebi dopo 14 anni.

Folli, con alle spalle una lunga esperienza in qualità di Amministratore pubblico e numerosi anni trascorsi in Coldiretti come dirigente, ha espresso particolare soddisfazione per la fiducia accordatagli in seno al Sindacato d’impresa dei Consorzi di bonifica: «Sono estremamente orgoglioso di questa nomina» ha dichiarato Folli. «Ringrazio tutti per la stima che ancora una volta mi è stata testimoniata a fronte di un impegno che proseguirà, da parte mia, serio e costante nei confronti dei Consorzi di bonifica del Paese, rispetto ai quali metto a disposizione tutta la professionalità maturata negli anni sia negli Enti locali che in Coldiretti.
La mia sincera gratitudine va poi alla dirigenza della più grande organizzazione di categoria agricola del Paese (in particolare al Presidente nazionale Ettore Prandini, al Segretario Generale Vincenzo Gesmundo e al Direttore della Federazione lombarda Giovanni Benedetti), che supporta da sempre con grande determinazione il lavoro dei Consorzi. Sono riconoscente anche, per il sostegno mostratomi, ad ANBI nazionale nelle persone del Presidente Francesco Vincenzi e del Direttore Generale Massimo Gargano, oltre che ai Presidenti di tutti i Consorzi italiani».

Al termine del rinnovo delle cariche e gli adempimenti del caso, i lavori sono proseguiti con un momento di approfondimento sul tema “Consorzi di bonifica e capitale umano, opportunità di crescita economica e occupazionale derivante dalla sicurezza dei territori e dalla disponibilità di acqua irrigua di qualità per un made in Italy agroalimentare di eccellenza”, moderato dal Segretario Nazionale Massimo Gargano, alla presenza del Sottosegretario al Ministero del Lavoro Claudio Durigon, del Presidente della Fondazione Enpaia Giorgio Piazza, del Vicepresidente Pier Paolo Baretta e del Direttore Generale Roberto Diacetti. Presenti anche i segretari nazionali della categoria lavoratori agricoli di Cgil, Cisl e Uil, oltre al Presidente Anbi Francesco Vincenzi.

Anche la Coldiretti Lombardia commenta positivamente l’elezione di Folli, «riconoscimento dell’importante lavoro che sta svolgendo da anni sul fronte della difesa e della valorizzazione delle risorse idriche, fondamentali per l’agricoltura».

«Folli – continua la Coldiretti regionale – saprà mettere a disposizione la sua lunga esperienza in un settore che, soprattutto alla luce dei cambiamenti climatici in atto, si sta rivelando sempre più decisivo per il lavoro nelle campagne e per la sicurezza idrogeologica dei nostri territori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore