Flavio Premoli e la PFM, in tanti per il concerto in ospedale

La storica formazione ha tenuto un concerto nella hall dell'ospedale per i degenti con le canzoni di De Andrè. Molti coloro che hanno voluto partecipare

1Quando sono arrivati, la hall dell’ospedale di Circolo era già piena di gente. La Pfm, al secolo Premiata Forneria Marconi, nel tardo pomeriggio di oggi (martedì 21 maggio) si è esibita per i degenti, regalando al pubblico mezz’ora buona di canzoni. La storica formazione, di cui è parte anche il tastierista varesino Flavio Premoli, ha salutato i presenti ed eseguito tre brani di Fabrizio De Andrè, cantautore al quale hanno dedicato il tour che questa sera farà tappa anche al teatro Apollonio di Varese.

Galleria fotografica

La PFM in concerto all'ospedale del circolo 4 di 13

«Ci sembrava carino essere qui, per tutte quelle persone che stasera non possono venire – racconta Premoili -. Un paio di anni fa sono stato ricoverato e so cosa vuol dire. La musica fa bene all’anima». La band ha quindi suonato e cantato “Andrea”, “Volta la carta” e “Il pescatore”, accompagnati dagli applausi del pubblico che, man mano, è aumentato fino a riempire completamente lo spazio del grande ingresso dell’ospedale.

Prima di dare spazio alla musica, anche l’intervenuto di Gianni Spartà, presidente della Fondazione il Circolo della Bontà che da anni si impegna per reperire fondi per l’ospedale e che ha voluto la “Music Hall”. «Non immaginavo che quei tasti sarebbero stati accarezzati dalle mani di un grande della musica italiana come Flavio Premoli – ha commentato -. Abbiamo donato un piano a chi si trova in Ospedale, ci siamo trovati a donare concerti. E che concerto, quello di oggi! Un grande dono per i degenti, per i loro famigliari ma anche per tutti coloro che si prendono cura di noi lavorando in Ospedale!».

di
Pubblicato il 21 maggio 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La PFM in concerto all'ospedale del circolo 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore