Settanta studenti e un testo di Valerio Massimo: sfida al Cairoli

Sabato 4 maggio si svolgerà l'undicesima edizione del certamen "Non omnis moriar" rivolto agli studenti del secondo anno dei licei classici

agone di greco

È di nuovo tempo di “gare” al liceo classico di Varese.

Dopo l’agone greco che si è svolto a fine marzo, questa volta tocca ai latinisti. Si svolgerà, infatti, il certamen di lingua latina “Non omnis moriar”, giunto quest’anno alla sua XI edizione.

Nato dalla collaborazione fra i licei classici della provincia di Varese (Cairoli di Varese, Crespi di Busto Arsizio, Pascoli di Gallarate e Legnani di Saronno), a cui negli anni si è aggiunto il liceo Volta di Como, si svolgerà sabato 4 maggio al Cairoli.

Il concorso, a cui parteciperanno 71 studenti, è stato ideato allo scopo di:
1. stimolare e valorizzare gli studenti attraverso un’esperienza concorsuale
2. valorizzare il latino come lingua fondativa della cultura nazionale
3. motivare gli studenti, all’inizio del loro percorso, allo studio della lingua latina

Il certamen, uno dei pochissimi riservati agli alunni del secondo anno di studi classici, viene proposto annualmente, a rotazione, dai licei aderenti all’iniziativa ed ha una tradizione ormai radicata nell’area geografica compresa fra Milano, Como e Varese, tradizione che si è consolidata nel tempo, come dimostra il numero di partecipanti in costante crescita.

Nelle prime dieci edizioni il brano proposto era tratto da uno dei Commentarii di Cesare, mentre quest’anno sarà proposto un testo di Valerio Massimo.

La Commissione giudicatrice è presieduta dal Prof. Massimo Gioseffi, ordinario di Letteratura Latina all’Università Statale di Milano, e composta dai Proff. Martini (Cairoli), Cardani (Pascoli), Colombo (Legnani), Trapani (Crespi) e Gelli (Volta).

La cerimonia di premiazione si svolgerà venerdì 17 maggio alle 21 nel salone di Villa Recalcati.

Gli iscritti all’edizione 2019 provengono dai licei: Cairoli di Varese, Pascoli di Gallarate, Crespi di Busto Arsizio , Legnani di Saronno, Volta di ComoFermi di Cantù, Curie di Meda, Carducci di Milano, Parini di Milano

Il docente referente è il Prof. Massimo Martini

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore