Legnano Basket cede il titolo di A2 e riparte dalla C Gold

Continuerà il lavoro delle giovanili, il minibasket e il progetto ABA. Tajana: «Per fare questo campionato è indispensabile un importante budget»

legnano basket knights legnanonews

(Foto LegnanoNews.com)

Il Legnano Basket dice ufficialmente addio alla A2 e riparte dalla C Gold, mantenendo invariati però il lavoro su giovanili, minibasket e progetto Aba.

La conferenza stampa di giovedì 20 giugno è servita per ufficializzare questa scelta dolorosa dopo un lungo percorso che ha portato la grande pallacanestro a Legnano, grazie soprattutto al lavoro di Marco Tajana.

Queste le parole del presidente raccolte da LegnanoNews:

«È un momento difficile. Ho portato la società dalla serie C alla A2. Sono stati cinque anni fantastici. Ma per fare questo campionato è indispensabile un importante budget. Nella vita bisogna sapersi anche fermare per non farsi male. Prima di cliccare l’invio per la conferma della cessione del titolo, speravo in un miracolo, sono stati minuti lunghissimi».

La ricerca degli sponsor che garantissero il budget per la stagione 2019/2020 «è fallita – afferma Tajana – Il trust, invece, ha raccolto 45.000 euro: un buon risultato, ma non basta. Ringrazio le 50 persone che ci hanno aiutato. Nei prossimi 15 giorni restituiremo tutto».

È stata una scelta dolorosa e inevitabile, ma purtroppo questo è un campionato troppo competitivo. «Spiace perché in questi anni non sono riuscito a trovare dei compagni di viaggio in grado di portare un contributo economico in società – prosegue il presidente -. Un gruppo che formasse a livello economico uno zoccolo duro insieme a me: sarebbero bastati due o tre soci forti. Sono sempre stato da solo e questo alla lunga è diventato insostenibile. Non ci sono colpe: è la crisi economica che di fatto ha ridotto molto le entrate degli sponsor».

Legnano Basket continuerà con il mondo delle giovanili, il minibasket e il progetto ABA. Per quanto riguarda la serie C Gold per il momento non c’è un allenatore né una squadra «Ma nei prossimi giorni ci organizzeremo – spiega Tajana -: i tempi sono stretti e nel contempo rifletteremo se collaborare con Urania. A tal proposito dobbiamo valutare se ci sono le condizioni giuste per mantenere il basket di livello a Legnano, quindi, se è possibile portare i giocatori ad allenarsi qui oppure portare alcune partite al PalaBorsani. Nessuno sparisce: io resto e, se tra due anni avremo tutte le condizioni, ripartiremo per affrontare una nuova avventura in A2».

Leggi anche: L’AEROPLANINO SI FERMA… PER ADESSO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore