“Il mio impegno per costruire una società più coesa”

Con la voce rotta dall'emozione, Massimo Porotti ha indossato la fascia tricolore e prestato giuramento. Affollata la sala per il primo consiglio comunale

consiglio comunale di Biandronno

Non sono bastate le sedie, ieri sera, nella sala consiliare di Biandronno per accogliere tutto il pubblico accorso a vedere il debutto di Massimo Porotti in qualità di primo cittadino.

Galleria fotografica

consiglio comunale di Biandronno 4 di 17

La voce un po’ rotta dall’emozione, il candidato della Lega eletto con 389 voti, ha indossato la fascia tricolore e poi ha prestato giuramento. Un discorso breve in cui Porotti ha ringraziato l’elettorato, anche quello che si è espresso per gli altri due candidati, e ha promesso di dare un segno di discontinuità per «ricostruire una società coesa e affrontare in modo deciso le tante problematiche aperte».

La seduta è durata poco più di un’ora, il tempo necessario per approvare le surroghe dei consiglieri dimissionari Pietro Parola, nella lista Alessandra Sisti, sostituito fa Luigi Collina e di Fabrizio Perigato nelle fila della maggioranza, al cui posto va Nicholas Pavanello.

È stata quindi presentata la giunta formata dal Vicesindaco Giordano Maestroni che avrà anche le deleghe di sport, tempo libero e lavori pubblici, da Graziella Broggini assessore al bilancio, tributi, risorse economiche e istruzione, da Giuseppe Giorgetti assessore all’ambiente, ecologia, energie alternative, commercio e da Giada Cassina, assessore esterno, a cui sono andate le deleghe del sociale e della cultura. 

Unico momento di tensione è stata l’approvazione del verbale di seduta dell’ultimo consiglio uscente in cui si era votato e approvato il bilancio. I tre consiglieri di Prima Biandronno e Cassinetta hanno dato voto contrario: « Nonostante abbia fatto richiesta – ha spiegato Alessandra Sisti – non mi è stata fornita adeguata documentazione per capire il contenuto del verbali e degli allegati. Presenteremo in futuro anche una mozione per allungare i tempi previsti per la presa visione degli atti che, attualmente è di 48 ore, assolutamente inadeguati a svolgere un reale lavoro di consiglieri».

Qualche momento di frizione , prima di chiudere la seduta. Il lavoro dell’amministrazione può partire.

di
Pubblicato il 13 giugno 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

consiglio comunale di Biandronno 4 di 17

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore