Nuova protesta dei lavoratori del comparto pulizie negli ospedali

Presidio fuori dall'ospedale indetto da Fisascat Cisl Varese-Como, Filcams CGIL Varese e Uiltrasporti Varese pre contestare il taglio delle ore

Sono tornati a protestare le lavoratrici e i lavoratori del comparto pulizie degli ospedali di Busto Arsizio e Saronno.
Questa mattina presso l’ospedale di Circolo,
Fisascat Cisl Varese-Como, Filcams CGIL Varese e Uiltrasporti Varese hanno organizzato un presidio in vista del cambio di appalto del servizio.

Il 18 luglio è, infatti, previsto il subentro nel servizio di pulizie degli ospedali di Busto Arsizio e Saronno da parte dell’Azienda CM Service di Ivrea, la quale ha già anticipato l’intenzione di entrare prevedendo, fin da subito, il taglio del 20,45% delle ore lavorate.

«Il subentro nel servizio con la riduzione delle ore non è un’ipotesi che può essere presa in considerazione. – dichiara Giuseppe D’Aquaro Fisascat Cisl Varese-Como – Le signore impegnate nel servizio già oggi lavorano con contratti a poche ore, un’ulteriore riduzione renderebbe impossibile garantire loro il sostentamento. Oltre a questo, la riduzione richiesta non è supportata da una minore superficie ospedaliera da pulire, anzi, il lavoro richiesto sarebbe pure maggiore, portando necessariamente all’impossibilità di garantire quanto richiesto e la conseguente scarsa igiene dei presidi ospedalieri del sud della provincia».

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore