Il sindacato di base Cub attacca Sea: “Un terzo dei voli è in ritardo”

La sigla del sindacalismo di base torna a denunciare i ritardi dei voli e della consegna dei bagagli dall'inizio del trasferimento dei voli da Linate: "La realtà è diversa da quello che ci vuole raccontare Sea"

Primo giorno di voli da Linate a Malpensa

«Al di là delle belle parole e delle veline di Sea, la situazione di Malpensa a seguito della chiusura di Linate non si è normalizzata dopo i primi giorni. Tutt’altro». Queste le parole della sezione trasporti del cub, la confederazione unitaria di base. La quale prende i dati pubblicati da Sea per controbattere alla stessa compagnia, secondo cui l’aeroporto della brughiera sta gestendo il progetto Bridge senza particolari intoppi.

«Se analizziamo i dati – affermano i membri della confederazione sindacale – possiamo verificare che la situazione è ormai consolidata con un terzo dei voli regolarmente in ritardo di oltre 15 minuti (la soglia minima perché un ritardo sia considerato tale, ndr), mentre per chi parte centinaia di valigie restano regolarmente a terra, e chi arriva deve attendere anche ore per ricevere il proprio bagaglio».

Sea – che ufficialmente non ha ancora voluto replicare alle accuse – puntualizza che i ritardi non sono dovuti alla gestione aeroportuale di Malpensa, ma il cub ribadisce che «questa tesi non ci convince; così come quando parlano di un dato fisiologico nella norma, da 1% a 2%, per la consegna dei bagagli».

Per il cub il progetto Bridge è un progetto «che non deve essere seguito, nonostante da Sea continuino a dire che Malpensa può puntare nei prossimi anni a questi livelli di traffico. Gli stessi dirigenti – concludono – oltre a spiegare come mai la compagnia Alitalia ha questa situazione di ritardi, devono prendere atto che oltre ai danni subiti dal territorio e dai lavoratori ci sono anche i danni ai passeggeri».

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 20 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore