Anche Varese protagonista della “Settimana Internazionale del Sordo”

Una serie di eventi e manifestazioni, dal 23 al 29 settembre 2019, per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul tema sordità

Avarie

La Lombardia e l’Emilia Romagna si preparano a festeggiare la “Settimana Internazionale del Sordo” con una serie di eventi e manifestazioni, dal 23 al 29 settembre 2019, per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul tema sordità.
A seguito della “Risoluzione” n.72/161 del 19 dicembre 2017, adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è stata scelta come data ufficiale il 23 settembre per celebrare la “Giornata Internazionale delle Lingue dei Segni”, mentre il 26 ricorre la “Giornata Europea delle Lingue”, dichiarata dal Consiglio d’Europa nel 2001.

Nell’ambito di queste due importantissime giornate, nate per mettere in primo piano i diritti delle persone sorde, vi è anche la GMS, “Giornata Mondiale del Sordo”, l’ultimo sabato del mese di settembre, fortemente voluta dall’ENS, l’Ente Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi. Referenti e coordinatrici per la Lombardia – che partecipa per la prima volta – Rosella Ottolini e Cristina Arrigoni, insieme con il Presidente Regionale Renzo Corti, attualmente anche Commissario dell’ENS di Varese.

E proprio in questa città, domenica 22 settembre, un’interprete LIS (Francesca Faroni) ed una guida accompagneranno i visitatori (solo soci ENS) alla scoperta di uno dei gioielli del FAI, Villa Panza, sul colle di Biumo Superiore.

Mercoledì 25, poi, l’ENS di Varese propone “Happy LIS”, aperitivo per sordi e udenti; sarà l’Antico Caffè Bosisio, in via Walter Marcobi 3 (piazza Monte Grappa), nel cuore della città, a fare da cornice alla serata durante la quale – come succede in occasione degli AperiLIS, organizzati dal gruppo IntegraLIS (per questa volta presente in veste di staff ) – ci si potrà avvicinare alla Lingua dei Segni e conoscere la cultura dei sordi.
Per partecipare è obbligatoria la prenotazione inviando un messaggio alla referente dell’ENS di Varese, al numero 388-
8464105, entro il 23 settembre.

Avarie

“Happy LIS” si avvale del prezioso supporto di ILW, Insubria Language WEEK, che nella stessa settimana dedica un Festival (in concomitanza con l’European Day of Languages) sulla tematica delle Lingue e della comunicazione nelle sue diverse forme, con un viaggio attraverso le culture del territorio, dalla Lombardia (Varese, Milano, Como, Lecco, Lodi, Pavia) al Piemonte (Novara, Verbano- Cuvio-Ossola) fino al Canton Ticino, in Svizzera.

Questa prima edizione del Festival di ILW ha come filo conduttore “Lingue in Cammino”, una sorta di viaggio linguistico, alla scoperta dei dialetti locali fino ad arrivare alle Lingue extra-europee e alla Lingua dei Segni, per la comunicazione non verbale e alla LIS tattile, per i non vedenti. Un’iniziativa di tutto rispetto che merita la massima condivisione e diffusione poiché mira a ottenere maggiore accessibilità e piena inclusione per le persone con disabilità.

In perfetta linea con questo obiettivo, l’ENS ha scelto di dedicare il mese ai “Diritti della Lingua dei Segni per tutti”. Proprio in ogni parte del mondo, infatti, in questo arco di tempo, si svolgeranno cortei e manifestazioni a sostegno delle persone sorde, per rivendicare alcuni diritti che ancora oggi sembrano essere lontani, come il riconoscimento della LIS, che possano abbattere le barriere in ogni campo: culturale, medico, sportivo, turistico.

Al termine della settimana, il 28 settembre, si svolgerà a Milano un corteo cittadino che, partendo dalla sede centrale dell’ENS, in via Boscovich 38, percorrerà le vie del centro fino ad arrivare in Duomo.
Il programma dettagliato e le manifestazioni sono visionabili sul sito: https://ens.it/gms/gms-2019/lombardia.

(a cura di Costanza Guerri)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore