La “Varese Sport Commission” in cattedra alla Sapienza

L'appuntamento "WeComSport" organizzato presso l'ateneo romano ha messo in mostra le attività del progetto voluto dalla Camera di Commercio, rappresentata da Antonio Franzi

antonio franzi varese sport commission

La seconda edizione di WeComSport, il più importante appuntamento nazionale dedicato alla comunicazione sportiva, ha visto ospite all’università “La Sapienza” di Roma anche la Camera di Commercio di Varese attraverso la presenza della “Varese Sport Commission”.

«Siamo orgogliosi di aver potuto presentare in un consesso così prestigioso – ha detto il presidente dell’ente camerale, Fabio Lunghi – un progetto che è ormai riconosciuto come case history sul piano nazionale. Non è un caso che i contenuti e lo sviluppo dell’iniziativa Varese Sport Commission, a tre anni e mezzo dal suo avvio e dopo il convegno di oggi, saranno analizzati anche in un volume di prossima pubblicazione da parte della stessa Sapienza».

Nel corso di WeComSport l’iniziativa varesina è stata indicata come una delle più innovative e meglio gestite a livello italiano nell’ambito della valorizzazione turistica di un territorio attraverso le diverse discipline. L’intervento di presentazione è stato affidato ad Antonio Franzi (foto in alto) che, alla presenza anche di Giovanni Malagò (presidente del CONI), ha illustrato le attività portate avanti dalla Varese Sport Commission e il suo sostegno allo sport a ogni livello agonistico o amatoriale. Un impegno che coinvolge non solo gli atleti e gli appassionati ma anche i familiari e gli accompagnatori per diventare un vero “volàno” per la promozione turistica e quindi un sostegno al sistema economico locale nel suo complesso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore