Parcheggi gratis durante le feste: una mozione “salvacommercio” in consiglio

La mozione di Piero Galparoli, è già stata messa in pratica nel comune di Besozzo, che già sperimenta da anni questo insolito "regalo di Natale"

Strisce blu e parcheggi per i pendolari

Nuova mozione del consigliere comunale di Forza Italia Piero Galparoli: quella appena depositata chiede la gratuità delle strisce blu nei momenti di più intenso shopping invernale. Una mozione «A sostegno del commercio varesino, in particolare di vicinato, ed in vista delle festività 2019/2020» spiega il consigliere.

Nello specifico, nella mozione «Si chiede alla Giunta di formulare apposita delibera che garantisca la gratuità dei parcheggi su tutto il territorio cittadino dal 15/12/2019 al 15/01/2020» in corrispondenza perciò sia delle festività natalizie che dei primi giorni dei saldi invernali.

Una gratuità che però, secondo la proposta di Galparoli «Dovrà essere comunque regolamentata e assicurata, con disattivazione dei parcometri e corrispondente attivazione del sistema del disco orario per un tempo massimo di un’ora».

L’idea che è già stata messa in pratica nel varesotto: in particolare nel comune di Besozzo, che ha già sperimentato questo insolito “regalo di Natale” per cittadini e clienti.

A BESOZZO UN “REGALO” DECENNALE

«La nostra è una esperienza che facciamo da un decennio, ed è nata già con le precedenti amministrazioni – spiega Michele Bonati, assessore a Besozzo – E’ quindi ampiamente collaudata, anche se ovviamente noi siamo un comune di dimensioni diverse da Varese. E’ nata, fondamentalmente, come un’agevolazione per i commercianti nel periodo delle fetività natalizie e dura più o meno per tutto il periodo di chiusura delle scuole».

Nel caso di Besozzo, la gratuità è totale e senza limiti: «Ma certamente non abbiamo i problemi di una città come Varese: che ha per esempio in centro anche attività diverse dal commercio, che potrebbero vanificare la possibilità di turn over delle auto».

Inoltre, per valutare l’esperienza è stato necessario ragionare in termini di sostenibilità economica: «Ovviamente, abbiamo valutato l’ammontare di un mancato introito durante le feste: ma tutto sommato, abbiamo calcolato che era una buona alternativa ad altri contributi per i commercianti, come il pagamento delle luminarie o altro. Nel nostro caso le luminarie le pagano loro, noi abbiamo reso gratuiti i parcheggi».

Ovviamente, l’effetto è positivo: «La gente è contenta, la possibilità viene sfruttata volentieri. E per il comune è un’opportunità per convinvcere clienti anche da fuori, che sanno di poter trovare parcheggio senza pensieri durante le vacanze di natale, per fare le ultime spese o godersi il centro».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore