Crugnola ritorna sulla Polo per il penultimo atto del CIR

Nel Veronese si corre il "Due Valli": il varesino è tra i quattro piloti ancora in lizza per il tricolore assoluto. «Torniamo in Volkswagen dopo test ottimi, la lotta è apertissima»

andrea crugnola rally targa florio 2019 acisport

L’edizione 2019 del Campionato Italiano Rally è senza dubbio una delle più incerte di sempre: a due sole gare dalla conclusione sono ben quattro i piloti ancora strettamente in lizza per la vittoria finale e tra questi c’è anche un varesino, Andrea Crugnola, attualmente in coda al poker ma con intatte ambizioni di successo.

In questo fine settimana il CIR fa tappa in Veneto con il Rally Due Valli, penultimo appuntamento stagionale di un campionato che si concluderà poi in Toscana il 24 novembre. La vicinanza tra i piloti candidati al titolo e il cosiddetto “gioco degli scarti” tipico di questa disciplina (Crugnola ha uno “zero” e un “3” da sacrificare) fa sì che la prova veronese non sarà decisiva per l’assegnazione dello scudetto, ma è indubbio che chi salirà sul podio del Due Valli consoliderà le proprie velleità in chiave assoluta.

Per partecipare alla gara che scatta nel pomeriggio di venerdì 11 (tre le “speciali” nella prima giornata), Crugnola – affiancato da Pietro Ometto – ha scelto di tornare a bordo della Volkswagen Polo R5 di HK Racing, la vettura utilizzata a inizio stagione e poi provvisoriamente lasciata per la più affidabile Skoda Fabia: «La Polo è la vettura più nuova del lotto e ora che ha risolto qualche “problema di gioventù” è a nostro avviso un po’ più performante, così per il finale di stagione siamo tornati a utilizzarla» spiega Crugnola in una pausa delle ricognizioni. «Grazie allo sforzo degli sponsor, abbiamo anche potuto svolgere alcuni test che si sono rivelati positivi: siamo contenti e non vogliamo lasciare nulla di intentato in queste ultime due gare del CIR».

I tre grandi rivali del pilota di Calcinate del Pesce sono, in ordine attuale di classifica, Giandomenico Basso (Skoda Fabia), Luca Rossetti (Citroen C3) e Simone Campedelli (Ford Fiesta): in pratica con la scelta di Crugnola a favore della Polo, ogni pretendente al titolo gareggia su una vettura diversa e per una Casa differente e anche questo accresce il fascino e l’attesa per il finale di campionato.

«Il Due Valli è un rally che mi piace – conclude Andrea – l’ho già affrontato lo scorso anno e ho ottenuto un ottimo secondo posto alle spalle di Rossetti. Ma alla vigilia non mi sento di fare previsioni su chi sia il favorito: siamo tutti molto vicini, ognuno punta in alto e il pronostico rimane incertissimo». In tutto sono una decina le vetture R5 presenti, con Rusce e Scattolon che potrebbero anche inserirsi nelle parti alte della classifica ed eventualmente togliere punti preziosi a chi dovesse rimanere attardato. Insomma, le 11 prove speciali in programma saranno tutte da vivere con il fiato in gola: al termine il quadro sarà più preciso per quanto riguarda la lotta tricolore.

CIR Assoluto
Classifica: 1) Basso 74,50: 2) Rossetti 61,50; 3) Campedelli 56,75; 4) CRUGNOLA 52,25; 5) Breen 23; 6) Rusce 18; 7) Michelini 14; 8) Albertini 12.

 

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore