Obiettivo Saronno: “Quartiere Matteotti: terra di nessuno?”

Nota del gruppo “Obiettivo Saronno” in relazione al quartiere Matteotti

Quartiere Matteotti Saronno

Nota del gruppo “Obiettivo Saronno” in relazione al quartiere Matteotti

Galleria fotografica

Quartiere Matteotti Saronno 4 di 6

Nonostante i proclami sulla ritrovata sicurezza di Saronno, nella realtà ci sono zone della città quasi abbandonate a se stesse, preda di vandalismi a cui nessuno per il momento sembra intenzionato a porre un freno.

Da tempo i residenti di Via Leonardo Da Vinci si ritrovano nei week end – in particolare quando le temperature esterne sono piacevoli –in balia di gruppi di ragazzi, che utilizzano i giardinetti pubblici della zona come se fossero un locale notturno, urlando fino a tarda notte e lasciando poi i segni del loro passaggio: mucchi di bottiglie e lattine di birra vuote nell’erba, lampioni e cestini divelti, giochi per bambini fuori uso… Le numerose auto che durante i festeggiamenti rimangono parcheggiate quasi in mezza alla carreggiata rendono pericoloso il transito sulla via a doppio senso ed evidenziano l’iniquità utilizzata dall’amministrazione locale nel punire i cittadini. Di giorno si multano con solerzia tutti coloro a cui è scaduto il disco orario, persone che si sono recate a Saronno per lavorare o residenti che non possono più parcheggiare sotto casa, dato che una zona ad alta densità abitativa è stata quasi completamente trasformata in zona a disco. Di sera vige una sorta di “liberi tutti”, grazie al quale gruppi di ragazzi, che evidentemente non hanno a cuore la loro città, possono permettersi di organizzare festeggiamenti abusivi in luoghi pubblici, disturbando la quiete di tutta la zona e lasciando dietro di sé una discarica a cielo aperto.

Lo scorso sabato 12 Ottobre, per esempio, i residenti hanno parlato di un raduno di 50/60 persone. Il degrado della zona non risale a tempi recenti, va detto. L’abbandono dei campetti da basket alle spalle di Via Da Vinci è ormai cronico e questi stessi campetti, che dovrebbero servire allo svago giornaliero di bimbi e ragazzi, sono stati invece fonte di disturbo notturno per gli abitanti. Obiettivo Saronno crede che la nostra città non sia solo il centro storico, e che tutti i quartieri abbiano diritto ad avere pari tutela e controllo del territorio!

È evidente come gli spazi pubblici della zona debbano essere sottoposti a un progetto di ripensamento, per fornire aree decorose per il tempo libero a grandi e piccini, ma al tempo stesso essere protetti da sacche di vandalismo, che in questa parte di Saronno dimostrano purtroppo di essere presenti. Il controllo del territorio non si ottiene solo con la presenza – pur necessaria – delle Forze dell’ordine in orario notturno, dato che chiaramente non si possono avere dei presidi permanenti ovunque. La zona manca pressoché totalmente di telecamere, se si escludono quelle installate da alcune abitazioni private a tutela dei loro spazi, che potrebbero essere un primo deterrente contro determinate azioni, soprattutto se venisse attivata una centrale operativa con controllo in tempo reale di alcune zone “calde” della città.

Si potrebbe pensare a una partnership con qualche società sportiva, che potrebbe prendersi cura delle strutture o a una collaborazione pubblico/privato come è stato già fatto per la Club House nel quartiere Campo sportivo. Le opzioni da approfondire possono essere varie, ma è prioritario pensare che il Quartiere Matteotti vada riconnesso alla città, a quel centro da cui fisicamente non è poi così distante, ma da cui a volte sembra lontano anni luce!

Obiettivo Saronno

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Quartiere Matteotti Saronno 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore