Tre anni, malore al nido: interviene l’elisoccorso

Il bimbo incosciente per un problema neurologico è stato soccorso da Areu e trasportato all’ospedale di Legnano

Avarie

Corsa all’asilo nido a sirene spiegate per due mezzi di soccorso sanitario ieri pomeriggio, giovedì, a Venegono Superiore.

La chiamata di aiuto arrivata alla centrale operativa passate le 17 parlava di un bambino incosciente in una struttura per l’infanzia.

Sul posto sono arrivati ambulanza e automedica di Areu ed è stato allertato anche un elicottero sanitario.

Il personale medico e infermieristico ha così raggiunto la struttura – un nido – e ha prestato le prime cure al piccolo, inizialmente incosciente, che a prima vista ha accusato un malore di natura neurologica.

Nel frattempo poco distante è atterrato l’elisoccorso partito dall’Ospedale Sant’Anna di Como che ha caricato il bimbo a bordo per portarlo al pronto soccorso dell’ospedale di Legnano assieme alla madre.

Le sue condizioni erano in miglioramento già quando si trovava nelle mani dei soccorritori e il piccolo ha raggiunto l’ospedale in codice giallo.

Oggi, venerdì, è ricoverato in osservazione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.