Tutti hanno diritto di leggere: come la tecnologia abbatte le barriere

All'Hotel Palace di Via Manara, l’Istituto dei ciechi di Milano e Lia-Fieg offriranno una panoramica dell'editoria accessibile

accessibiltà ediotoria
  • Accessibilità, libertà e uguaglianza: stesse possibilità di fare le medesime cose per tutti.

  • Tutti hanno il diritto di leggere, senza distinzioni.

  • Tutti hanno il diritto di scegliere cosa leggere tra tutto quello che il mercato propone.

  • Tutti hanno il diritto di leggere bene, godendo della qualità dei contenuti.

  • Tutti hanno il diritto di leggere per sapere, per crescere, per evolvere.

  • Tutti hanno il diritto di leggere per il piacere di farlo e condividerlo con gli altri.

  • Leggere migliora l’umore, la salute e la vita.

È questo il manifesto della Fondazione LIA che dal 2011 promuove il libro e la lettura in tutte le sue forme tradizionali e digitali, attraverso attività di educazione, informazione, sensibilizzazione e ricerca, garantendone i principi fondamentali:   accessibilitàintegrazione socialità.

L’editoria si sta arricchendo sempre più di manuali dalla realtà aumentata, specifici per non vedenti. Libri realizzati con tessuti, sonori o in Braille, nella lingua dei segni, con marcatori visivi, ad alta leggibilità, a comprensione facilitata. Attenzione crescente c’è anche per  le disabilità cognitive sempre per il diritto di leggere di tutti.

La presidente della Fondazione Lia Cristina Mussinelli spiegherà lo stato dell’arte nel panel

Internet e disabilità: i giornali e i siti di informazione accessibili ai disabili. La tutela dei soggetti deboli nel Testo Unico dei doveri del giornalista.

che si terrà domenica mattina 10 novembre dalle 11.00 alle 13.00 all’Hotel Palace di via Manara a Varese.

Cuore di questo incontro, organizzato in collaborazione con l’Istituto dei ciechi di Milano e Lia-Fieg, sarà quello di affrontare lo stato dell’arte del panorama editoriale accessibile alle persone non vedenti, ipovedenti e dislessiche.

Antonino Cotroneotifloinformatico, approfondirà il complesso tema dell’accessibilità e della fruibilità attraverso l’utilizzo delle tecnologie.

Un progresso che ha innovato la vita di ipovedenti e ciechi come racconterà anche Rodolfo Masto Presidente della Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi, Presidente della sezione di Milano dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Lui stesso collabora con numerosi periodici e mensili per far richiamare l’attenzione alla disabilità visiva. 

Porterà la sua testimonianza anche Elisa Montanari, che dal 2013 si occupa del coordinamento dei progetti, della Fondazione LIA – Libri Italiani Accessibili per promuovere la cultura dell’accessibilità.

Per saperne di più https://www.festivalglocal.it/incontro/internet-disabilita-giornali-siti-informazione-accessibili-ai-disabili-la-tutela-dei-soggetti-deboli-nel-testo-unico-dei-doveri-del-giornalista/

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.