Nuovi arresti per Mensa dei Poveri, ai domiciliari Comi e Orrigoni

A sei mesi dagli arresti di maggio nuova raffica di misure cautelari. In carcere il direttore di Afol Giuseppe Zingale

Polizia e Guardia di Finanza

Nuova raffica di arresti nell’inchiesta “Mensa dei poveri”, scattata a maggio.

Il Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Milano, coi colleghi di Busto Arsizio, hanno messo ai domiciliari l’ex eurodeputata di Forza Italia Lara Comi, l’ad dei supermercati Tigros e consigliere comunale a Varese Paolo Orrigoni, e il direttore generale di Afol Metropolitana Giuseppe Zingale (quest’ultimo è finito in carcere).

L’ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal gip Raffaella Mascarino e chiesta dai pm Silvia Bonardi, Luigi Furno e Adriano Scudieri. Le accuse, a vario titolo, sono di corruzione, finanziamento illecito e truffa.

Nel caso di Lara Comi, rilevante sarebbe stato il caso del suo addetto stampa, che avrebbe ricevuto un incarico (legato al ruolo, ricoperto allora da Comi, di europarlamentare) con obbligo di “retrocedere” una parte dei soldi a Forza Italia per coprire le spese della stessa esponente forzista. Oltre a questo, vengono contestati due contratti di consulenza ricevuti dalla sua società Premium Consulting Srl, da parte di Afol e, in particolare, dal dg Zingale, “dietro promessa di retrocessione di una quota parte agli stessi Caianiello e Zingale”, come riportato negli atti.

Quanto a Orrigoni, il capitolo contestato è legato al filone dell’urbanistica gallaratese, per una presunta tangente da 50mila euro pagata – sotto forma d consulenza ingegneristica – per aprire un supermercato nell’area di proprietà di Piero Tonetti, già finito agli arresti a maggio. Il capitolo gallaratese aveva visto finire in manette anche l’assessore all’urbanistica Alessandro Petrone e l’ex segretario politico di Forza Italia Alberto Bilardo, oltre a Nino Caianiello, mentre è di pochi giorni fa la notizia che anche il sindaco Andrea Cassani è indagato (per turbativa d’asta, per una vicenda relativa ad Amsc).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore