Quantcast

Rischio accorpamento delle pediatrie della Valle Olona

A lanciare l'allarme è il Comitato per la salute del Varesotto che teme l'accorpamento dei letti già annunciato nella primavera scorsa

pediatria

Nuovo allarme del Comitato per il diritto alla salute del Varesotto. Si torna a parlare della pediatria della Valle Olona che rischia la perdita di posti letto. Per la precisione si parla di 4 posti a Gallarate, 2 a Busto Arsizio e altri a Saronno .

«Nel silenzio dell’ASST, che rassicura a vanvera – scrive il Comitato – Nel silenzio di Regione Lombardia, che non vuole rinunciare all’ospedale unico e acconsente agli smantellamenti progressivi degli ospedali esistenti, nel silenzio dei sindaci delle tre città come dei sindaci dei paesi attorno, i cui cittadini pure si curano in quegli ospedali. Un disinteresse complice, da parte di chi dovrebbe invece preoccuparsi della nostra salute e del nostro benessere. Ma la voce sanno alzarla solo con i più deboli».

Al momento, non è in previsione alcuna riduzione di attività: al sant’Antonio di Gallarate sono attivi 4 posti più altri 4 per la chirurgia pediatrica e così dovrebbero rimanere.

Almeno fino a dicembre quando si preannunciano grandi difficoltà, tali da impensierire seriamente la direzione strategica dell’azienda.

La possibilità di accorpare per mancanza di professionisti da inserire nei reparti potrebbe portare a un accorpamento del reparto dei bambini, così come era stato annunciato già nella primavera scorsa e poi di fatto bloccata in estate. I mesi futuri, però, saranno ancora più difficili e il rischio di chiudere e centralizzare è concreto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore