Quantcast

Le Sardine verso la piazza di Busto: “Portiamo democrazia, non un partito”

Silvano Monticelli e Rossella Iorio rispondono alle critiche dei leghisti che indicano nel Pd il grande manovratore dietro la manifestazione del 9 dicembre: "Solo attacchi personali"

sardine

Lunedì 9 dicembre in piazza San Giovanni a Busto Arsizio le Sardine sbarcheranno per la prima volta in provincia di Varese. Lanciate lo scorso 14 novembre a Bologna (foto) nel contesto delle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna, si configurano come un movimento nato dal basso, non politico, ma che vuole mandare un chiaro messaggio alla politica: il vuoto di rappresentanza ormai è troppo grande. Riprendersi lo spazio fisico delle piazze per alzare la testa, far vedere che non esiste solo un’Italia “populista” ma anche un’Italia che ha a cuore i valori fondamentali di dialogo e democrazia.

Le sardine arrivano a Busto: “Il 9 dicembre tutti in Piazza San Giovanni”

Questo l’obiettivo del gruppo che lunedì dalle 19:00 spera di star stretto in piazza San Giovanni, questo l’obiettivo di Silvano Monticelli e Rossella Iorio, promotori dell’evento varesino (o varesotto, vedetevela voi). In una provincia politicamente quasi monocolore, però, gli attacchi non si sono fatti attendere; dal segretario provinciale della Lega Matteo Bianchi fino a quello della sezione di Samarate, comune dal quale provengono sia Monticelli che Iorio: «Quello che mi preme sottolineare- dichiara Monticelli- e che ci ha fatto più male è stato ricevere esclusivamente attacchi personali, e invece nessuno è riuscito ad andare nel merito attaccando o schierandosi contro i nostri valori. D’altronde gli unici a cui dobbiamo rendere conto saranno gli uomini e le donne che verranno ad aiutarci lunedì. Sull’evento Facebook contiamo quasi un migliaio di interessati, nel gruppo siamo circa 3500, ma si sa che questi numeri valgono poco. Non abbiamo idea di quanta gente verrà, comunque non abbiamo neanche paura di toppare: questa manifestazione io e Rossella l’abbiamo voluta a prescindere, perché ci sembra una cosa giusta da fare in questo momento storico. Le piazze si sa, sono difficili, ma ci sono persone in giro per il mondo che soffrono sicuramente più di noi per esprimere il proprio pensiero».

La più attaccata, vista la sua appartenenza e militanza nel Partito Democratico, è la Iorio che risponde a tono: «Non ho niente da dire a chi mi critica, perché non parlano di valori, ma solo di persone. Io stessa sono una persona, e con Silvano ci siamo mossi in due, da soli, per cercare di dare un minimo di organizzazione alla manifestazione. La sola colpa che possiamo avere è quella di aver raccolto con entusiasmo questa sfida. La cosa bella è che noi siamo sì gli organizzatori, ma le idee più importanti sono venute dal gruppo: chi ha fatto una mappa dei parcheggi, chi sta organizzando macchinate da tutta la provincia, le associazioni che sono felici di darci una mano e vogliono il loro spazio per esprimere il proprio pensiero. Ripeto che non è una questione di partito, mi sono mossa come Rossella, in maniera indipendente, senza tirare dentro nessuno del PD. Poi se vorranno venire a me farà ovviamente piacere, anche perché non capisco come si possa stare a criticare valori come l’antifascismo, l’antirazzismo, l’inclusione sociale. Penso siano principi imprescindibili per chiunque voglia fare politica nel nostro paese, ma evidentemente per altri non è così: per questo vogliamo portare la gente in piazza, per dire basta a questa retorica spicciola. Non da ultimo il “banco” di sardine ha anche un grande valore sociale, perché le persone che verranno in San Giovanni possano non sentirsi più sole davanti all’onda populista che avanza».

Per quanto riguarda l’evento in sé, Monticelli conferma che ci sarà musica, un coro, dei lettori che leggeranno passi importanti della letteratura internazionale, e sardine che potranno scambiarsi libri tra di loro. Resta solo da vedere come la provincia risponderà all’iniziativa.

di
Pubblicato il 06 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore