Grande festa per il Pedale Saronnese

Domenica 26 gennaio, durante il pranzo sociale del ‘Pedale Saronnese’, importante realtà sportiva cittadina, al quale non è voluto mancare il sindaco Alessandro Fagioli

Grande festa del Pedale Saronnese

Una bella giornata in allegria, vissuta tra amici, sostenitori e tanti appassionati, piccoli e grandi, di ciclismo. È quanto accaduto ieri, domenica 26 gennaio, durante il pranzo sociale del ‘Pedale Saronnese’, importante realtà sportiva cittadina, al quale non è voluto mancare il sindaco Alessandro Fagioli. Un appuntamento al quale hanno preso parte una settantina di persone e che si svolge tutti gli anni per premiare i piccoli campioni, fare il punto della stagione e per preparare la prossima.

Cinque i campioni premiati: Alessandro Cattani (categoria ‘esordienti’), Andrea Ventura (cat. ‘giovanissimi), Sohaib El Halbaoui (categoria ‘giovanissimi’), Riccardo Basilico (cat. ‘giovanissimi’) e Stefano Angiuoni (cat. ‘giovanissimi).

«È stato un bel momento in quanto, oltre a ritrovarci tutti, – ha spiegato il direttore sportivo del Pedale Saronnese Mario Aleotti – abbiamo dato il giusto riconoscimento ai nostri atleti che ringrazio per l’impegno e la determinazione dimostrata durante tutto l’anno. Stiamo già lavorando
per la prossima stagione che partirà ad aprile e per la quale siamo fiduciosi per quel che concerne il numero di ragazzi: siamo infatti in contatto con alcune famiglie interessate al nostro progetto. C’è da dire che purtroppo soprattutto negli ultimi anni il ciclismo è diventato uno sport molto pericoloso
considerato anche l’aumento di automobili presenti nelle nostre città. Noi però abbiamo la fortuna di poterci allenare in un centro sportivo chiuso messo a disposizione grazie al preziosissimo impegno del sindaco Fagioli, dall’amministrazione di Origgio e di Katia Mantovani (Amministratore
Unico della Saronno Servizi SSD) che rende il nostro lavoro molto più sicuro e tranquillo».

«Ringrazio di cuore il sindaco Fagioli – ha aggiunto il presidente Emilio Filippini – per essere venuto al nostro incontro, lui che in questi anni non ha mai fatto mancare la sua presenza e il suo importante supporto. È stata una bella occasione per ritrovarci tutti e per pensare al futuro; anche
per la prossima stagione, che sarà la cinquantunesima, i nostri valori rimarranno invariati: rispetto, educazione, sportività e divertimento, sapendo che noi non insegniamo solo un’importante disciplina sportiva ma anche la sicurezza stradale fondamentale per i più piccoli».
Il presidente ha poi tenuto a ricordare i tanti campioni ‘lanciati’ dal Pedale Saronnese: una citazione particolare è stata dedicata a Natale Caldera, 96 anni e poi sono stati ricordati, Angelo

Bugini (che ha fatto parte della vecchia e gloriosa squadra della ‘Legnano’ di cui faceva parte anche il grande campione Gino Bartali), Claudio Chiappucci, Alberto Volpi, Marco Cattaneo, Maurizio Toni (vincitori di una tappa del giro d’Italia), e tanti altri.
«Ho voluto partecipare con piacere – ha raccontato il sindaco Alessandro Fagioli – perché il Pedale Saronnese rappresenta un’importante realtà della nostra città che permette a tanti piccoli atleti di poter far sport in maniera sana e sicura. A Saronno abbiamo la fortuna di avere tante realtà
così, fondamentali per i nostri ragazzi e per le loro famiglie, penso al calcio, ciclismo, pallavolo, softball, baseball, basket, nuoto, atletica, ginnastica, pattinaggio, tennis, tennistavolo e molte altre. Grazie alle tante associazioni sportive i nostri ragazzi hanno la possibilità di scegliere la disciplina che preferiscono e impegnarsi nello sport, certamente importante per una crescita sana. L’amministrazione ha il dovere di cercare di mettere nelle migliori condizioni le associazioni affinché possano garantire un servizio di qualità ai lori utenti. La mia Amministrazione ha sempre dimostrato di mettere al centro lo sport con investimenti concreti e la realizzazione di manifestazioni di carattere internazionale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore