Quantcast

Il medico va in pensione: i pazienti mandati a Ponte Tresa

Il sindaco Busti ha scritto ad Ats Insubria per chiedere un intervento. In paese ci sono altri cinque dottori, ma nessuno ha più posto

Medico di famiglia

Il medico va in pensione e per i pazienti sono problemi. L’età media dei medici di medicina generale, lo sappiamo, è elevata. Un numero crescente di professionisti sta lasciando l’incarico per raggiunti limiti di età, provocando diverse problematiche.

Così è stato anche per il dottore che ha lasciato a fine anno a Marchirolo. I suoi colleghi sono già al completo e per i residenti in cerca del sostituto è rimasta l’unica alternativa possibile a Ponte Tresa: « È un vero disagio – spiega Sebastiano – ero stato avvertito della decisione del mio medico ma, quando mi sono presentato negli uffici dell’Ats Insubria di Luino per sceglierne un altro, mi hanno detto che non avevo scelta».

Casi del genere sono a conoscenza anche del sindaco di Marchirolo Dino Busti: « Ieri ho mandato una lettera ad Ats Insubria spiegando la situazione. A Marchirolo ci sono 5 altri medici che ricevono. Ma non prendono altri pazienti. Non è possibile, però, che i residenti debbano spostarsi così tanto. Ci sono anziani, ammalati: non li si può obbligare a spostarsi fino a Ponte Tresa. I medici in questo comune ci sono: come mai non possono accogliere i residenti di Marchirolo?».

di
Pubblicato il 15 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore