Buoni spesa a Tradate, come richiederli

Oltre 100mila euro sono stati destinati per i buoni spesa da assegnare alle famiglie in difficoltà a causa del Coronavirus. Tutti i dettagli della delibera approvata venerdì mattina

spesa e farmaci a domicilio

Oltre 100mila euro sono stati destinati per i buoni spesa da assegnare alle famiglie della città di Tradate che si trovano in difficoltà a causa dei provvedimenti presi per arginare la diffusione del Coronavirus. La Giunta ha deliberato l’organizzazione della distribuzione con una delibera approvata venerdì mattina 3 aprile. Ecco di seguito tutti i dettagli.

Da quanto è il buono spesa
I buoni spesa sono di diversi tagli:
– per i nuclei famigliari composti da una sola persona il buono è pari a 150 euro;
– per i nuclei da 2 persone è di 250 euro;
– per i nuclei da 3 o 4 persone il buono è di 400 euro, a cui si aggiungono 50 euro se c’è almeno un minore nato dopo il 2010;
– per i nuclei da 5 o più persone il buono è di 500 euro, a cui si aggiungono 50 euro se c’è almeno un minore nato dopo il 2010.

Chi ha diritto del buono spesa?
Ne hanno diritto i residente nel comune di Tradate, che siano dipendenti o autonomi che hanno subito una riduzione del reddito e che comunque, nel mese di marzo, non abbiano avuto entrate superiori a 500 euro per famiglie fino a 2 componenti, o di 800 euro per le famiglie di 3 componenti. Oppure che tale situazione prevedano possa presentare nel mese di aprile.
Inoltre i richiedenti non devono essere soggetti ad altro sostegno pubblico nel mese di marzo e aprile (cassa integrazione, reddito di cittadinanza, altri contributi connessi all’emergenza Coronavirus)

Come richiedere il buono spesa
Gli interessati dovranno presentare la domanda al comune di Tradate, utilizzando il documento presente sul sito del comune, e inviando poi la richiesta alla mail s.sociali@comune.tradate.va.it
Oppure è possibile fare richiesta telefonica chiamando il numero 0331-826835 o 0331-826837 dalle 8.30 alle 12.30, dal lunedì al sabato.
Il comune risponderà poi per email o per telefono se la domanda è stata accolta, dopo le ulteriori verifiche.
Ai destinatari sarà consegnato un buono spesa spendibile degli esercizi commerciali indicati sul sito del comune.

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 03 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore