Quantcast

Grazie Rossana Rossanda per quello che ci hai insegnato

La testimonianza di un fedele lettore del Manifesto: "Quegli articoli sono stati più che fondamentali per la mia formazione politica e culturale"

einaudi rossanda

Caro Direttore,
da fedele lettore  del Manifesto dal 1974 naturalmente non ho perso un articolo o un libro di Rossana Rossanda, che è stata più che fondamentale per la mia formazione politica e culturale.

E’ impressionante la mole dei contributi e degli spunti di riflessione che ci ha fornito nell’arco della sua esistenza. Ne riprenderò tre, che reputo assai significativi della sua personalità decisamente controcorrente.

Innanzi tutto aveva  intravisto la crisi del socialismo reale, e attraverso due convegni su Potere e opposizione nelle società post-rivoluzionarie, tentò nel 1978 di creare un fronte di dissidenti di sinistra per contrastare e superare il primato delle burocrazie nei sistemi dell’est dell’Europa.

Nell’ ’89  a fronte della caduta del muro di Berlino e la vulgata della fine della storia e l’ultimo uomo  veicolata da Francis Fukuyama, la Rossanda  non solo si battè contro la miserabile dissoluzione del PCI, ma mantenne salda la sua visione critica e marxista nei confronti delle ingiustizie prodotte dal capitalismo apparentemente trionfante. Infine, in una bellissima intervista a firma Marco D’Eramo uscita sul numero 2 della rivista MicroMega del 2017, dopo aver sottolineato che “con il movimento comunista si è avuta una grande civilizzazione del conflitto”, alla domanda ” Ma per te chi è oggi il personaggio più interessante in Italia ? “, la Rossanda risponde ” E’ una persona che non fa parte della politica nel senso proprio : Bergoglio. Non è il tipo di gesuita che di solito si ha in mente ” .

Grazie Rossana per quello che ci hai insegnato, sei stata la nostra indimenticabile maestra.

Fraterni saluti
Gian Marco Martignoni Varese

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore