Dal campo di calcio alle cappelle del Sacro Monte. I ragazzi dell’Accademia Varese non si fermano

I mister hanno deciso di portare i ragazzi a fare una "passeggiata", visto che gli allenamenti non sono possibili. E così, un gruppo al mattino e un gruppo il pomeriggio, hanno trascorso qualche ora insieme

Accademia Calcio Varese al Sacro Monte

A piedi su per le cappelle del Sacro Monte, tutti insieme: lontani, come vogliono le regole, ma vicini lo spazio di uno sguardo. I ragazzi dell’Accademia Varese calcio non possono allenarsi perché il decreto ha fermato ogni attività sportiva dilettantistica che preveda “il contatto fisico”. I loro mister quindi hanno pensato a qualcosa di diverso per fare stare insieme i piccoli atleti, anche se non sul campo da calcio.

E oggi, sabato 24 ottobre, li hanno portati a fare una passeggiata al Sacro Monte: un percorso tra le cappelle, all’aria aperta in una bella giornata di sole. Settanta ragazzi, divisi in gruppi e scaglionati tra il mattino e il pomeriggio,  che hanno potuto trascorrere un pomeriggio insieme, in tutta sicurezza.

Accademia Calcio Varese al Sacro Monte

«L’idea ci è venuta quando abbiamo saputo che gli allenamenti si sarebbero fermati – spiega il responsabile dei mister dell’Accademia Varese Angelo Bruno – Con gli altri 13 mister ci siamo organizzati e abbiamo deciso di portare i ragazzi a fare una breve passeggiata, che avesse il senso di raccoglierli, tenerli uniti e far capire loro che noi ci siamo anche in questo momento di difficoltà. Abbiamo percorso la via sacra delle cappelle mantenendo le distanze, con le mascherine, suddivisi in gruppi e siamo arrivati fino in cima. Quindi abbiamo fatto una breve visita alla basilica.
Adesso – conclude Bruno – speriamo ci diano il permesso di tornare ad allenarci, anche se in maniera individuale, senza correre, o far correre, rischi a nessuno. Ne abbiamo davvero tutti bisogno».

Intanto ci si accontenta di una bella foto di gruppo: tutti insieme con la maglia biancorossa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Fabrizio Vanoli
    Scritto da Fabrizio Vanoli

    Lodevole iniziativa, ma anche io (come faccio spesso) sabato pomeriggio ho fatto le cappelle e ho trovato il gruppo di ragazzini la prima volta sulla scalinata ai piedi del Mosè e successivamente sulla scalinata del piccolo anfiteatro sopra il Mosè e purtroppo sia i ragazzini (tranne pochissimi) che gli accompagnatori avevano completamento disatteso le regole: senza mascherina e distanziamento assente. Peccato un’altra occasione persa per
    educare. f.v.

Segnala Errore