“Labirimente”: anche Varese in maglia partecipa alla Varese Design Week

Anche Varese in maglia alla Varese Design Week

L’Associazione Varese In…Maglia si è resa protagonista ancora una volta con i suoi aghi e i suoi fili: questa volta nel sostenere il superamento dello stigma rivolto alla malattia mentale che da anni è un obiettivo del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze dell’ ASST Sette Laghi con una installazione conservata e messa in mostra nelle vetrine della sua sede, al piano meno due del centro Commerciale le Corti, un’opera realizzata con la collaborazione del centro Diurno e della comunità CRM.

L’installazione che coglie il tema del Labirinto, che il gruppo ha scelto di rappresentare su tela con filati lavorati a mano e all’uncinetto, unisce l’espressione artistica di Valentina Grassi, fondatrice del movimento artistico culturale “Seguendo il filo d’Arianna”, alla creatività e alle abilità del gruppo che si ritrova settimanalmente nella sede di Casa Penny.

Anche Varese in maglia alla Varese Design Week

«L’opera vuole rappresentare il viaggio alla scoperta di se stessi: Si entra nel labirinto metaforico, spesso soli e confusi e grazie alle relazioni umane che si intrecciano lungo il cammino si trova la forza di affrontare i propri limiti e debolezze e di ritornare nel qui ed ora con una maggiore consapevolezza e capacità di affrontare la quotidianeità, riscoprendo i propri punti di forza e le proprie risorse» spiegano le artiste.

Il tema stesso dell’iniziativa della Varese Week Design 2020 ha suscitato grande interesse sia negli utenti che negli operatori dei servizi psichiatrici della S.C. Psichiatria Varese, tanto da avviare dei laboratori interni alle strutture per permettere di dare forma alle riflessioni condivise sull’argomento.

«Ringrazio Nicoletta Romano e tutto lo staff della Varese Week Design per questa grande opportunità di partecipazione, che in questo particolare momento ha contribuito a consolidarare una collaborazione con le donne del Centro Diurno e della Comunità Riabilitativa CRM, con Simona e Michela, loro educatrici molto attente e a farci sentire come una grande famiglia» spiega Antonia Calabrese, presidente di Varese in… maglia.

In questo periodo la collaborazione ha permesso la realizzazione di alcune iniziative che si sono svolte sia sul territorio che all’interno dell’Ospedale di Varese e, grazie alla sensibilità mostrata dall’Associazione Varese In e dagli organizzatori della Varese Week Design, si apre, anche in quest’anno particolarmente difficile, l’opportunità di dare valore all’accoglienza e alla condivisione, strumenti principi nel favorire l’integrazione sociale.

«Il contrasto allo stigma, all’emarginazione sociale di coloro che soffrono di disagio psichico – spiega la Professoressa Camilla Callegari  – è certamente uno dei punti di forza del lavoro che la Psichiatria svolge sul territorio con la riabilitazione psicosociale. Lo sforzo e la motivazione degli operatori della Psichiatria è incessante e quotidiano; ammirevole è l’interazione con associazioni territoriali che interfacciandosi amplificano esiti positivamente sorprendenti. La collaborazione con Varese In.. Maglia ha offerto e continua a offrire uno spazio di incontro, denso di significati quali la relazione calda e accogliente, la condivisione del lavoro comune, le conversazioni, il fascino di prodotti meravigliosamente evocativi: uno per tutti la Natività esposta lo scorso Dicembre presso la hall del monoblocco del nuovo Ospedale».

L’opera realizzata dal Centro Diurno di Varese s’intitola “Dal labirinto alla vita” ed è stata realizzata da un gruppo di pazienti che partecipano al gruppo riabilitativo espressivo “materiali ed emozioni”. Come elementi base sono stati tenuti in considerazione la terra, con le radici e l’ acqua , in particolare quella del mare con il suo moto ondoso e perpetuo.

Anche Varese in maglia alla Varese Design Week

I pazienti del Centro Diurno di Bisuschio hanno invece realizzato due grandi opere, più una piccola tela, a tecnica mista all’interno del Gruppo atelier. I pazienti in una prima fase hanno sentito la necessità di rappresentare la tematica producendo opere artistiche con utilizzo di tempere e materiale di recupero identificando il Labirinto come percorso di vita, costellato di eventi e situazioni significative.

Le opere rimarranno esposte presso Casa Penny,sita al piano -2 del Centro Commerciale Le corti di Varese, durante la settimana della Varese Week Design, mentre l’opera Labirmente permarrà anche al termine della manifestazione.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.