Blitz in Toscana per la Pro Patria: il gol di Galli rilancia i Tigrotti

Vittoria a Pontedera per la squadra di Javorcic (0-1) che torna al successo dopo due battute d'arresto: decide l'unica rete a metà del primo tempo, poi Greco chiude la porta. Infortunio all'arbitro: fischietto al quarto uomo

Calcio, Pro Patria - Albinoleffe 1-2

Ritrova la vittoria la Pro Patria con un 0-1 rifilato al Pontedera. Tanto per cambiare, l’affermazione arriva in trasferta ed è reazione delle due sconfitte consecutive subite negli ultimi incontri. Decisivo il gol di Galli (foto in alto / Lombardini-VN), che a metà del primo tempo sfrutta bene l’assist perfetto di Ferri. Javorcic chiude quindi una serie complicata di cinque partite in due settimane raccogliendo in totale 6 punti per una classifica comunque solida. Adesso ci sarà una settimana di meritato riposo e di preparazione per i tigrotti, che domenica prossima affronteranno il Grosseto allo “Speroni”, per cambiare marcia anche in casa.

IL PRIMO TEMPO

La partita già dalle prime battute è intensa e lo scontro in un centrocampo denso appare subito fattore dirimente. La prima occasione della gara è sui piedi di Stanzani che, raccogliendo una respinta difensiva un po’ confusa della Pro, dal limite esplode un gran destro sul quale Greco arriva e salva in corner. I tigrotti rispondo subito, all’ 8’, con Kolaj che lancia nello spazio Latte Lath. In area il numero 24 cerca il diagonale che finisce a lato. Al 15’ è Galli a farsi vedere davanti, con un sinistro che dal limite non impensierisce Sarri. Al 21’ invece Latte Lath segna di testa, dopo aver deviato una bella punizione di Kolaj, ma l‘assistente ferma e annulla tutto per offside.
Il Pontedera in attacco prova ma non crea occasioni limpide e al 26’ arriva il gol della Pro, con una palla strana che arriva sul piede di Ferri che al volo mette dentro intelligentemente per Galli. Il numero 3 controlla di petto e incrociando batte Sarri.

Un “pugno” che fa male ai toscani, visto che la risposta dei padroni di casa tarda ad arrivare, anche perché l’arbitro Arena ad in certo punto inciampa, si fa male ed è costretto ad uscire dal campo, sostituito dal quarto uomo Mori. Tanto tempo perso per un caso sì possibile ma inconsueto – quello della sostituzione del direttore di gara – e 8 minuti di recupero, nei quali il Pontedera appare aggressivo ma non riesce a concludere in porta con decisione, non generando particolari pericoli per Greco.

Pro Patria, difesa reattiva. Ferri, un assist e tanta sostanza

LA RIPRESA

Nel secondo tempo si ricalca il copione generale della partita, che vede la Pro precisa ed attenta dentro per provare a far male ai padroni di casa, riversati nella metà campo offensiva alla ricerca del pareggio. È in questo contesto che Latte Lath si scontra con Risaliti e deve abbandonare il campo. Entra Parker che riesce tra alti e bassi a far respirare la squadra giocando d’esperienza. Non si registrano comunque occasioni fin ora: le due squadre si battono a centrocampo senza trovare grandi spazi per colpire.

Al 27’ il Pontedera attacca con un bel lob di Catanese che trova in area Magrassi, il quale da posizione ravvicinata non riesce a battere Greco con il sinistro. Grande intervento del portiere tigrotto che difende il vantaggio. Dieci minuti dopo è ancora Catanese a provare il tiro da dentro l’area, troppo alto per far male. Non arrivano più emozioni, con la difesa della Pro che respinge tutte le palle che i granata buttano dentro l’area. Dopo il colpo di testa debole di Magrassi al 47’, i tigrotti possono festeggiare la vittoria.

PONTEDERA – PRO PATRIA 0-1 (0-1)

MARCATORE: Galli (PPA) al 26′ pt.

PONTEDERA (3-5-2): Sarri; Risaliti, Matteucci, Vaccaro; Benericetti (31′ p.t. Catanese), Benedetti (38′ s.t. Faella), Caponi, Barba, Perretta; Stanzani (14′ s.t. Tommasini), Magrassi. All. Maraia.
A disp.: Angeletti, Nicoli, Pretato, Bardini, Pruneti, Nero, Tersigni.
PRO PATRIA (3-5-2): Greco; Gatti, Lombardoni, Boffelli; Cottarelli, Ferri (21′ s.t. Colombo), Fietta, Galli, Pizzul; Kolaj (30′ s.t. Castelli), Latte Lath (6′ s.t. Parker). All. Javorcic.
A disp.: Mangano, Saporetti, Brignoli, Spizzichino, Piran, Di Lernia, Pisan.
ARBITRO: Arena di Torre del Greco (D’Ascanio e Minafra di Roma 2. Quarto uomo Mori di La Spezia).

NOTE. Giornata soleggiata e ventosa. Terreno di gioco (sintetico) in ottime condizioni. Gara a “porte chiuse”. Al 39′ p.t. infortunio all’arbitro Arena; al suo posto quarto uomo Mori. Ammoniti: Benericetti, Risaliti (PON); Boffelli, Cottarelli (PPA). Calci d’angolo: 5-3. Recupero: 8′ p.t. – 5′ s.t.

di
Pubblicato il 22 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore