La MV Agusta “ripassa” la storia: Manzi centra la pole position a Valencia

La casa varesina - in passato 75 volte campione del mondo - ottiene la prima pole (con record della pista in Moto2) da quando è rientrata nelle gare iridate. Domenica la corsa di Valencia scatta alle 12,20

stefano manzi mv agusta forward

Segnate la data sul libro di storia, almeno quella dello sport varesino e quella del motociclismo. Oggi – sabato 14 novembre 2020 – la MV Agusta è tornata a conquistare una pole position nel Motomondiale. Il miracolo, perché si può dire tutto tranne che fosse un risultato atteso, è avvenuto sulla pista spagnola di Valencia dove il riminese Stefano Manzi ha ottenuto il record del tracciato per quanto riguarda la Moto2 (1.34.418) e si è messo alle spalle tutti i rivali nelle qualifiche. L’ultima pole della MV era stata di Giacomo Agostini – il mito assoluto tra i piloti – in classe 350 nel 1976.

Manzi scatterà così dalla prima posizione nel Gran Premio della Comunità Valenciana, penultimo appuntamento stagionale per il circus iridato delle due ruote. Un pianeta dal quale MV Agusta era uscita a metà degli anni Settanta – dopo aver conquistato la bellezza di 75 titoli mondiali (38 tra i piloti e 37 tra i costruttori) e sul quale è rientrata nel 2019 grazie all’accordo tra l’azienda di Varese e il Forward Racing Team del manager Giovanni Cuzari.

Un progetto, quello del rientro nel Motomondiale, che fino a questo punto aveva dato pochi frutti visto che il miglior piazzamento (quarto posto) fu proprio di Manzi e proprio a Valencia nell’ultima gara dell’anno scorso. Le F2 della Schiranna sono leggermente migliorate nel corso della stagione ma prima di oggi non avevano mai centrato uno squillo simile. E invece Manzi, che l’anno prossimo gareggerà con la Kalex del Team Pons, stavolta è stato perfetto: evitate le tagliole della Q1 (la prima fase delle qualifiche che ammette solo quattro piloti alla seconda e decisiva), ha dapprima centrato la pole una prima volta e poi si è ripetuto per scalzare lo spagnolo Garzo che nel frattempo era salito in prima posizione.

Buona anche la qualifica dell’altra MV Agusta, quella di Simone Corsi, a lungo tra i primi e undicesima alla fine delle prove ufficiali, segno che la moto varesina e il box Forward diretto dalla team manager svizzera Milena Koerner hanno azzeccato tutte le mosse in questo sabato che profuma di tempi eroici.

Domenica le Moto2 gareggeranno a partire dalle ore 12,20 e per Manzi non sarà semplice primeggiare, anche perché ci sono quattro piloti (l’inglese Lowes che però oggi è caduto e gli italiani Bastianini, Bezzecchi e Marini) ancora in lizza per vincere il titolo iridato. Le F2 Forward però possono provare a dire la loro, e se almeno una arriverà a podio, ci sarà bisogno di una nuova annotazione sul libro di storia.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.