Una Giöbia diversa “ma con lo stesso spirito”

La festa popolare quest'anno cade il 28 gennaio. Le iniziative organizzate dall'amministrazione per mantenere viva la tradizione nonostante la pandemia

giobia busto arsizio

Nonostante l’emergenza sanitaria, Busto Arsizio non rinuncia alla secolare tradizione della Giöbia, festa popolare tra le più attese e amate dai bustocchi, che quest’anno cade il 28 gennaio.

L’Amministrazione Comunale è all’opera per organizzare la giornata con modalità ovviamente differenti rispetto al solito, insieme al mondo del commercio e alle associazioni che abitualmente si occupano di tramandare la tradizione dei falò propiziatori che scacciano l’inverno per lasciare il posto al risveglio primaverile, allontanando i guai dell’anno passato. In particolare, vista la situazione sanitaria, la festa non potrà essere vissuta nelle consuete forme pubbliche: nell’assoluto rispetto delle norme di prevenzione del contagio, non sarà organizzata alcuna manifestazione nelle piazze e nelle vie, ad eccezione di un momento simbolico, in programma in piazzale Piemonte, spazio in cui, alle ore 18,30, verranno bruciate le Giöbie che alcune associazioni stanno preparando, alla sola presenza delle autorità.

La mattina del 28 gennaio, i fantocci saranno posizionati, come da consuetudine, in piazza Santa Maria. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul canale Facebook Città di Busto Arsizio, in modo da permettere alla cittadinanza di partecipare, seppur a distanza. Sarà purtroppo necessario rinunciare anche al tradizionale momento conviviale che gli anni scorsi vedeva migliaia di cittadini partecipare alla degustazione del piatto della tradizione, il risotto con la luganiga. Ai privati sarà unicamente consentito bruciare le loro Giöbie senza la presenza di pubblico esterno alla famiglia, nel pieno rispetto della tradizione, fatta salva l’autorizzazione degli uffici competenti.

La festa dovrà quindi essere vissuta in famiglia, anche con il supporto di alcune delle proposte che l’Amministrazione, in particolare il sindaco Emanuele Antonelli e gli assessori Manuela Maffioli (Identità, Cultura e Sviluppo del Territorio) e Paola Magugliani (Grandi Eventi), sta predisponendo.

“Mi auguro che anche quest’anno i cittadini accolgano il nostro invito e onorino la tradizione anche restando a casa: sarà l’occasione per rinnovare lo spirito unico e irripetibile della Giöbia, molto significativo in un momento così difficile – afferma il sindaco -. Permettetemi di ringraziare tutti coloro che anche quest’ anno si impegnano per consentirci di rinnovare questo appuntamento.

“Quello con la Giöbia è l’appuntamento in assoluto più sentito dell’anno in città, richiamo diretto e profondo alla nostra identità e alle nostre tradizioni, per questo era impensabile non celebrarlo, pur nel’assoluta e prioritaria tutela della salute pubblica” commenta la vicesindaco Maffioli, coinvolta sul duplice fronte identitario e commerciale nell’evento. Per l’assessore Magugliani, “il rammarico più grande è quello non poter condividere con tutti questo evento, cucinando col grembiulone e mangiando insieme in piazza, come avveniva ogni anno…ma sarà ugualmente un omaggio a una delle tradizioni che amo di più fin da bambina e un modo per dire che noi andiamo avanti, nonostante tutto”.

Queste, nel dettaglio, le iniziative, che potranno essere integrate nei prossimi giorni:

UN CONCORSO PER I PIU’ PICCOLI E TANTE INFORMAZIONI PER CONOSCERE MEGLIO LA TRADIZIONE
L’assessorato propone un’originale iniziativa per rispolverare l’antica tradizione e contestualmente divertirsi in famiglia. Sul sito istituzionale della Città di Busto Arsizio, una speciale sezione del pulsante “BA Cultura e Identità” accompagnerà alla scoperta delle origini della Giöbia e di come si festeggiava in Città, svelando la ricetta del piatto tipico legato alla tradizione. Inoltre, in collaborazione con il Tavolo Identità, ulteriori contenuti arricchiranno queste informazioni: nella sezione sarà presente un link per vedere un breve video in cui una guida di eccezione, Antonio Tosi, detto ‘Ul Pedela’, racconterà aneddoti e curiosità sulla festa e una virtual gallery permetterà di visualizzare gli undici pannelli della mostra sulla Giöbia, realizzati a cura dei componenti del Tavolo Identità in occasione di Bustofolk 2019. E, dopo aver riscoperto la tradizione, i più piccoli potranno cimentarsi nell’iniziativa DISEGNO #LAMIAGIÖBIA, disegnando la loro versione personale del personaggio.

Per partecipare occorre: disegnare la propria versione della Giöbia (per i più piccini, sempre nella sezione dedicata del pulsante “BA Cultura e Identità”, sarà possibile scaricare un’immagine semplificata da cui partire per realizzare la propria Giöbia), fotografarla o scannerizzarla e infine pubblicarla sulla pagina Facebook “Città di Busto Arsizio” nei commenti del post “DISEGNO #LAMIAGIÖBIA”, usando gli hastag #cittàdibustoarsizio e #lamiagiöbia. Per ogni disegno andrà indicato il nome del bambino partecipante e la sua età. È possibile caricare il proprio disegno nei commenti del post fino a domenica 24 gennaio. Il 25 gennaio, sempre sulla pagina Facebook “Città di Busto Arsizio”, verrà pubblicato un album con tutti i disegni dei partecipanti. A partire dalla pubblicazione dell’album, amici, “fan” o parenti potranno votare i disegni preferiti mettendo un like al disegno preferito. Saranno conteggiati solo i like messi ai disegni pubblicati nell’album della pagina Facebook “Città di Busto Arsizio”. L’autore del disegno che raccoglierà più like entro le ore 14.00 del 26 gennaio vincerà un cofanetto Smartbox offerto da Ascom – Confcommercio e a tutte le famiglie che si presenteranno nelle macellerie aderenti con il disegno sarà offerto uno sconto del 20% sui prodotti tipici della giornata. Per ulteriori informazioni sull’iniziativa DISEGNO #LAMIAGIÖBIA: ufficiostampa@comune.bustoarsizio.va.it

COMMERCIO: SCONTI SULLA CARNE E PIATTI TIPICI DA ASPORTO O A DOMICILIO
“Sul fronte commerciale si conferma anche quest’anno la collaborazione con Ascom e i commercianti della città – conclude Maffioli – sia con premi per il concorso e sconti per l’acquisto delle materie prime per la realizzazione, a casa propria, dei piatti della tradizione, sia con l’Inserimento di questi piatti nel menù di quel giorno da parte di alcuni nostri ristoratori (da asporto o con consegna a domicilio).

LE ASSOCIAZIONI
“Le associazioni sono il cuore pulsante di questo grande evento, e, ancora una volta, hanno risposto. A loro un grazie speciale in quest’anno difficile” conclude Magugliani.

LA GIOBIA HOME EDITION DEL CLUB BORSANESE FOLCLORE E SPORT
Il Club Borsanese Folclore e Sport organizza un home delivery dedicato alla festa e propone la consegna a domicilio di polenta e bruscitti e frittelline dolci al costo di 10 euro a porzione. Obbligo di prenotazione entro il 26 gennaio ai numeri 3478309938 / 3384062189

“IL PREALPINO” DEL CAI
La sezione cittadina del Club Alpino Italiano rinuncia alla realizzazione della Giobia, ma, per mantenere viva la tradizione, realizzerà una edizione speciale del “PREALPINO” dedicato alla Giobia 2021.

NOI DEL TOSI E LO CHEF DEL GAMBERO ROSSO
Mercoledì 27 gennaio dalle 18.30, l’associazione Noi del Tosi proporrà due ore di live cooking con uno chef del Gambero Rosso che cucinerà risotto con la luganiga e chiacchiere fritte. Iscrizioni obbligatorie su http:/iscrizioni.noideltosi.it/gioeubia21/

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.